Il crostaceo che si sostituisce alla lingua dei pesci

12 anni fa

Cymothoa exigua è un crostaceo parassita della famiglia Cymothoidae, lungo in media 3-4 centimetri.

La particolarità di questo parassita risiede nella sua eccezionale capacità di sostituirsi ad una parte del corpo di un altro animale, svolgendone la normale funzione: per la precisione alla lingua dei pesci.
Entra nella bocca attraverso le branchie, attaccandosi all’ organo del gusto ne succhia il sangue provocandone la conseguente atrofia.
Successivamente si sostituisce a tale parte del corpo “collegandosi” ai muscoli situati alla base ed il pesce vittima diviene in grado di “utilizzarlo” come fosse la sua lingua originale.
Per l’ uomo non rappresenta assolutamente un pericolo, ma se nella prossima vita rinascerete sotto forma di pesce sapete da chi dovete “guardarvi le branchie”.
2012 permettendo, ovviamente. :P

Cambiamento climatico: anche i pesci cambiano rotta
Cambiamento climatico: anche i pesci cambiano rotta
Pesce più velenoso al mondo: piccolo ma letale
Pesce più velenoso al mondo: piccolo ma letale
Pesci: 200 nuove specie esotiche nel Mediterraneo
Pesci: 200 nuove specie esotiche nel Mediterraneo
Acciughe: perché piovono a San Francisco?
Acciughe: perché piovono a San Francisco?
I bombi: in California scompaiono alcune specie
I bombi: in California scompaiono alcune specie
Retina: alcuni geni dei pesci permettono la rigenerazione
Retina: alcuni geni dei pesci permettono la rigenerazione
I pesci nuotavano in gruppo anche 50 milioni di anni fa: un fossile lo confermerebbe
I pesci nuotavano in gruppo anche 50 milioni di anni fa: un fossile lo confermerebbe