Cerchi il Vaticano e trovi un pedofilo

11 anni fa

Quasi uno scherzo da prete quello che alcuni hacker hanno fatto sabato 17 luglio a Google, ai danni della Chiesa.

Chi digitava sul motore di ricerca la parola “Vatican” trovava al primo posto il sito – inaccessibile – pedofilo.com, al posto del sito ufficiale della Santa Sede.

Il portavoce ufficiale della Santa Sede padre Federico Lombardi ha auspicato che l’inconveniente possa essere presto risolto (come è stato, n.d.r.) e che in futuro si possano evitare simili manomissioni.

Simona Panseri di Google Italia ha dichiarato: “Non posso confermare che si tratti di un attacco finché non avrò indicazioni più precise dagli ingegneri americani per capire la natura del problema”.

Fonte Zeusnews.it

Canone 1242
Canone 1242
L'omicidio di JonBenét Ramsey
L'omicidio di JonBenét Ramsey
Il Papa twitta con un iPad benedetto
Il Papa twitta con un iPad benedetto
Pedofilia fra malattia e perversione - Dibattito all' Università Statale di Milano
Pedofilia fra malattia e perversione - Dibattito all' Università Statale di Milano
Elettrosmog-Punkreas
Elettrosmog-Punkreas
Una web community per i pellegrini
Una web community per i pellegrini
Una web community per i pellegrini
Una web community per i pellegrini