Dungeons & Dragons: Il Tesoro dei Draghi di Fizban, come ti gioco un drago

dnd tesoro draghi fizban copertina

Non serve essere Sherlock Holmes per capire che i draghi hanno un’importanza molto elevata in Dungeons & Dragons: d’altronde, parliamo di metà del nome del gioco di ruolo, e se di dungeon se ne vedono tanti, è giusto che ci sia spazio anche per i draghi, creature fantastiche che apportano nei GDR tante dinamiche che difficilmente possono essere replicate con altre creature. Ad aiutare in questo percorso ci pensa Il Tesoro dei Draghi di Fizban, un supplemento quasi interamente dedicato al Dungeon Master che apre uno spiraglio sui draghi di D&D, aggiungendo informazioni molto interessanti.

Se c’è una cosa che caratterizza i draghi in D&D più delle altre creature, è la loro storia e il loro carattere: a differenza di molti mostri che incontrerete (o farete incontrare) nelle vostre sessioni, i draghi sono più caratterizzati, spesso al pari di un personaggio, e lo spazio per un DM nella creazione di tali creature è davvero ampio.

Enciclopedia Draconica

Come abbiamo spiegato poco fa, Il Tesoro dei Draghi di Fizban è un supplemento, e quasi interamente pensato per il Dungeon Master: i capitoli che possono aiutare i giocatori sono giusto un paio, e non vanno oltre alcune varianti per la creazione del personaggio (con talenti draconici e qualche sottoclasse extra) e qualche magia dei draghi. Tutto il resto, è un enorme compendio pensato per far diventare un DM che si approccerà alla lettura, un vero e proprio esperto di draghi.

Prima di proseguire però, vediamo insieme i contenuti all’interno di questi primi capitoli: se escludiamo la prima parte, composta da qualche pagina che funge da incipit per come sono fatti i draghi nelle varie ambientazioni di Dungeons & Dragons, ciò che sicuramente salta all’occhio sono le due nuove sottoclassi, Monaco Via del Drago Ascendente e Ranger Guardiano dei Draghi, due variazioni sul tema interessanti sia nel caso voleste fare una campagna draghi-centrica, sia se siete interessati a provare qualcosa di nuovo. Per i dragonidi abbiamo poi le varianti cromatica, gemma e metallico, tre novità che vanno ad inserirsi nella creazione del vostro personaggio mezzo-drago. A chiudere, tre talenti dragonici sempre legati alle varianti cromatico, gemma e metallico, e una piccola tabella che suggerisce qualche idea di background per creare un personaggio con collegamenti ai draghi (d’altronde, quanto sarebbe bello giocare un ranger che come animale ha proprio un drago?)

Proseguendo abbiamo la magia dei draghi, che si caratterizza tra qualche incantesimo da aggiungere alla lista e degli oggetti magici con le loro peculiarità, e i doni dei draghi, potenziamenti che un eroe potrebbe trovare proprio dopo averne ucciso uno. Noterete poi, nella vostra lettura, anche degli appunti segnati su dei pezzetti di note: si tratta proprio di Fizban, che lungo tutto il manuale lascia delle informazioni interessanti che aggiungono un po’ di “lore al tutto”.

D’altronde Fizban il Favoloso – personaggio che si attesta scrittore di questo compendio – è un vecchio mago di Dragonlance che nel corso della lettura vi darà qualche sua idea, impressione o racconterà qualche semplice aneddoto, scelta editoriale che sicuramente dà valore aggiunto a questo supplemento.

dnd tesoro draghi fizban bahamut

Draghi 101

Da qui in poi, parte la vera magia: si parla di draghi, e se ne parla davvero bene. I successivi capitoli riguardano i Draghi in azione, le loro tane e i loro tesori, e poi si finisce su un grande bestiario davvero particolare. Partendo dal primo, in questo capitolo avrete modo di imparare tutto sui draghi: come ruolarli, come vivono e cosa fanno, quali divinità venerano, ma anche in che modo si comportano e quali “mosche bianche” esistono nel pantheon. Interessante anche il dettaglio sui seguaci dei draghi, quali tipologie di relazione esistono e come si comportano i servitori di queste creature. A chiudere il capitolo ci pensa poi un dettaglio su come usare i draghi nelle avventure (se come mostri, cospiratori o fonte di potere) e quali attività potrebbero svolgere, dalla creazione di determinate fazioni fino alla presenza di divinità dragoniche.

Il capitolo successivo parla delle tane e dei tesori: in questa parte si dettaglia molto bene come funzionano tali rifugi, e cosa succede quando un tesoro viene preso.  A seguire abbiamo invece quello che il libro chiama Draconomicon, ovvero un’enciclopedia completa dei draghi: la divisione è fatta per specie, e per ognuna di esse troviamo i tratti distintivi, gli incantesimi, eventuali spunti d’avventura, legami a seconda dell’età del drago e una descrizione dettagliata della sua tana (con tanto di mappa disegnata) e dei tesori. Per le tipologie, sul libro ci sono:

  • Draghi bianchi
  • Draghi blu
  • Draghi d’argento
  • Draghi della lunopietra
  • Draghi delle profondità
  • Draghi di ametista
  • Draghi di bronzo
  • Draghi di cristallo
  • Draghi di rame
  • Draghi di smeraldo
  • Draghi di topazio
  • Draghi di zaffiro
  • Draghi d’ombra
  • Draghi d’oro
  • Draghi d’ottone
  • Draghi fatati
  • Draghi neri
  • Draghi rossi
  • Draghi verdi
  • Testuggini Dragone

Superata questa parte, è il momento delle statistiche: nel capitolo successivo troveremo infatti il bestiario, che si può dividere in due parti. La prima (che si trova all’inizio e alla fine del capitolo) sarà incentrata principalmente su creature vicine ai draghi, si soffermerà su Cacciatori d’Uova, Campioni Dragonidi e varie creature con tratti di questo genere; la seconda, invece, andrà a mostrare i draghi di cui abbiamo parlato prima dal punto di vista pratico. In questa sezione, infatti, potremo vedere delle tabelle statistiche a seconda che il drago sia antico, adulto, giovane o cucciolo, oltre che alcune Azioni di Tana (che può svolgere in alcuni casi) e Effetti Regionali (che si applicano nelle zone limitrofi).

dnd tesoro draghi fizban

Dungeons & Dragons

Se c’è una cosa che può affascinare, chiudere, ravvivare (o persino distruggere) un’avventura di Dungeons & Dragons è un drago: se non avete avuto modo di provare l’esperienza, ma siete per caso caduti nel vedere la seconda stagione di The Legend of Vox Machina (su Prime Video), avrete notato come i draghi siano in grado di alzare la posta in gioco in modo evidente.

La Leggenda di Vox Machina 2: Il mondo di D&D è sempre più presente

Il Tesoro dei Draghi di Fizban è il compendio perfetto per chi vuole scoprire di più su queste creature, a partire da un gruppo di giocatori che vuole implementare le variazioni inserite, fino ad un Dungeon Master che vuole porre un drago come personaggio cardine di un’intera avventura (o di una sua porzione). Il modo enciclopedico in cui entra nel dettaglio sull’argomento, inoltre, lo rende interessante anche se non siete appassionati di Gioco di Ruolo ma volete semplicemente un libro che sia in grado di farvi capire perché un Drago d’ametista sia diverso da un drago rosso.

Il Tesoro dei Draghi di Fizban è disponibile in italiano, al prezzo di 39,99€.

Dungeons & Dragons compie cinquant'anni: Wizards of the Coast celebra l'avvenimento
Dungeons & Dragons compie cinquant'anni: Wizards of the Coast celebra l'avvenimento
Heart - La città del profondo, la paura dell’ignoto
Heart - La città del profondo, la paura dell’ignoto
Spire e Strata, la recensione: un dark-fantasy immersivo da scoprire
Spire e Strata, la recensione: un dark-fantasy immersivo da scoprire
Phandelver & Below: The Shattered Obelisk, prosegue l'avventura
Phandelver & Below: The Shattered Obelisk, prosegue l'avventura
Dragonlance: L’Ombra della Regina dei Draghi, si torna a Krynn
Dragonlance: L’Ombra della Regina dei Draghi, si torna a Krynn
The Deck of Many Things, la recensione: una carta che cambia il destino
The Deck of Many Things, la recensione: una carta che cambia il destino
Phandelver and Below: The Shattered Obelisk, una minaccia dal sottosuolo
Phandelver and Below: The Shattered Obelisk, una minaccia dal sottosuolo