Google Glass addio: dal 15 marzo non sono più in vendita, non riceveranno più update

Questa settimana, Google ha annunciato di aver interrotto la vendita dei Google Glass Enterprise Edition, segnando la fine del prodotto Glass che, nelle ambizioni dell’azienda, un tempo era destinato a inaugurare una rivoluzione della realtà aumentata.

Lanciato per un pubblico limitato nel 2013, Glass doveva essere una nuova piattaforma rivoluzionaria, sostituendo, sul lungo periodo, gli smartphone. Il device era equipaggiato con un display “head-up” e una fotocamera integrata. Assieme, gli utenti potevano visualizzare in tempo reale informazioni senza distogliere lo sguardo dal mondo che li circonda, inoltre potevano anche catturare foto e video istantaneamente.

La versione iniziale, che Google avrebbe voluto rendere un prodotto di massa, non è più in vendita dal 2015. Un secondo modello, destinato alle aziende e ai ricercatori, è rimasto in vendita fino ad oggi. Google Glass Enterprise Edition ha ricevuto addirittura una seconda versione nel 2019, quattro anni fa.

Non sono più in vendita dal 15 marzo, mentre Google ne interromperà il supporto a partire dal 15 settembre. Non sono previsti ulteriori aggiornamenti software. Tuttavia, i visori Glass in circolazione funzioneranno ancora dopo il 15 settembre, nel caso in cui le aziende abbiano intenzione di continuare a utilizzarli.

Google non ha annunciato alcun piano per il rilancio del marchio Google Glass, ma sappiamo che l’azienda sta già lavorando su altri tipi di occhiali AR per un potenziale futuro lancio.

Gemini 1.5 Pro di Google: le differenze con la versione 1.0
Gemini 1.5 Pro di Google: le differenze con la versione 1.0
SiPh: i nuovi chip superveloci per addestrare più velocemente L'IA con la luce, presto in commercio
SiPh: i nuovi chip superveloci per addestrare più velocemente L'IA con la luce, presto in commercio
Samsung Galaxy Ring: l'anello smart è in arrivo
Samsung Galaxy Ring: l'anello smart è in arrivo
Apple Vision Pro: molti utenti lo restituiranno a causa di mal di testa e sensazione di "mal d'auto"
Apple Vision Pro: molti utenti lo restituiranno a causa di mal di testa e sensazione di "mal d'auto"
OpenAI ha annunciato una novità importante per ChatGPT: la memoria
OpenAI ha annunciato una novità importante per ChatGPT: la memoria
Esplorare le frontiere dell'Universo: il nuovo progetto interstellare di Harold White tra motori a curvatura e propulsori quantistici
Esplorare le frontiere dell'Universo: il nuovo progetto interstellare di Harold White tra motori a curvatura e propulsori quantistici
Facebook ha compiuto vent'anni: ha ancora senso?
Facebook ha compiuto vent'anni: ha ancora senso?