GUIDE

Wednesday: il nuovo fenomeno firmato Netflix

2 settimane fa

12 minuti

Wednesday Mercoledì Netflix

Finalmente possiamo scriverlo con prove tangibili alla mano: Mercoledì, la serie Netflix creata da Tim Burton, è stata rinnovata per la sua seconda stagione. I dubbi erano davvero pochi considerando il numero record di visualizzazioni registrato dalla serie. Sebbene quindi sapevamo per certo che la piattaforma streaming avrebbe rinnovato lo show, in tanti erano scettici a causa dei repentini cambi di rotta di Netflix soprattutto per quanto concerne la conferma di serie tv. Mercoledì è ora un vero fenomeno, impossibile negarlo. Ha fatto il suo debutto mondiale al Lucca Comics and Games e noi italiano ne siamo sicuramente molto orgogliosi. Dal lancio su Netflix la serie ha macinato visualizzazioni su visualizzazioni finendo per battere Stranger Things 4 della stessa Netflix. Jenna Ortega da giovane attrice conosciuta da pochi è diventata nel giro di appena una settimana una delle celebrities più popolari del 2022. L’iconico e rinovato costume di Mercoledì così come la fresca acconciatura del personaggio sono diventati immediatamente nuovamente sulla bocca di tutti. I trucchi utilizzati su Jenna Ortega sono ormai sold out ovunque e il balletto virale su TikTok è stato replicato persino da Lady Gaga. In attesa dei nuovi capitoli della serie, che arriveranno su Netflix non prima del 2024, ecco tutto ciò che dovete sapere per conoscere al meglio il fenomeno Mercoledì: dalle location ai trucchi fino ad arrivare ai record della serie. 

Come sempre prima di addentrarmi nell’analisi del fenomeno, ecco il trailer di Mercoledì.

Premessa: potete tranquillamente leggere il pezzo anche senza aver visto la serie Netflix, non sarà presente nessuno spoiler in merito alla trama dello show. Ovviamente, se avete già visto la serie apprezzerete maggiormente tutto ciò che vi racconterò di seguito e comprendere al meglio il fenomeno che Mercoledì è diventato. 

Il fenomeno Mercoledì: dal Lucca C&G al record di visualizzazioni 

Mercoledì ha fatto il suo grande esodio il 31 ottobre in quel del Lucca Comics and Games 2022. Secondo voi è stata una data scelta a caso? Io non credo. Il giorno di Halloween l’intera Lucca era vestita a tema: parrucche nere dalle lunghe trecce e Vestini con bavero bianco arricchivano la splendida e tetra atmosfera medievale della città di Lucca. Netflix aveva anche organizzato un raduno per tutti i cosplayer di Mercoledì, con tanto di violoncello e ballerine pronte ad animare l’evento. Dal balcone di un palazzo di Lucca situato proprio sotto la piazza in cui si è celebrato l’evento, si è affacciato l’ospite d’onore della serata: Tim Burton. Inutile dire che la sua presenza ha scaldato i cuori di molti fan ed è sicuramente la più importante che il festival di Lucca abbia mai registrato. Nel 2022 il Lucca Comics and Games ha segnato una soglia di aspettativa che ormai non potrà più calare senza deludere i fan. 

Proprio a Lucca il pubblico ha avuto l’opportunità di incontrare Tim Burton, creatore della serie Netfix Mercoledì, e di visionare in anteprima mondiale il primo episodio del suo nuovo show. Lucca ha decisamente portato bene alla serie. 

Appena Wednesday ha fatto il suo debutto su Netflix  le visualizzazioni hanno iniziato a salire e salire senza mai fermarsi. Stando, infatti, ai dati ufficiali diffusi da Netflix, Mercoledì ha battuto il record di visualizzazioni nella sua prima settimana di programmazione registrato fino a quel momento da Stranger Things. Un traguardo incredibile e difficilmente ipotizzabile. Non dico che Netflix non ci sperasse ma sicuramente non se lo aspettava. Sappiamo che notevole Stranger Things 4 è una delle serie iconiche degli ultimi anni e la sua quarta stagione ha battuto diversi record oltre che conquistato il cuore di praticamente tutti gli spettatori. Mercoledì, sicuramente tramite alla forza del suo personaggio già fisso nella memoria collettiva grazie ai film anni ’90, è ora sullo stesso livello di Stranger Things. Diamo la parola ai numeri, loro non mentono. Nella prima settimana di messa in onda gli otto episodi di Mercoledì hanno totalizzato la cifra record di 341 milioni e 230 mila ore di visualizzazione, battendo così il precedente record conquistato appena qualche mese prima da Stranger Things 4, i cui sette episodi (quelli del Volume 1) si erano fermati a poco più di 335 milioni di ore di visualizzazione.

Il successo della serie di Tim Burton è stato confermato anche dal suo debutto in Top Ten in tutti i 93 paesi raggiunti dalla piattaforma, con addirittura il primo posto conquistato in 83 degli stessi. Numeri che non sono di certo indifferenti a Netflix. Inoltre, la serie continua imperterrita a battere record: stando sempre ai dati ufficiali rilasciati da Netflix la serie avrebbe superato il miliardo di visualizzazioni nel primo mese di diffusione sulla piattaforma. Questo le ha consentito di diventare la seconda serie in lingua inglese più vista su Netflix, e la terza in assoluto, battendo rivali molto accreditati come Dahmer – Mostro, dedicata al serial killer Jeffrey Dahmer, e La Casa di Carta 5, e restando alle spalle solamente dei due colossi: Squid Game e della quarta stagione di Stranger Things.

Come ben sappiamo la piattaforma sceglie quali serie rinnovare basandosi sulle visualizzazioni registrate nei primi 30 giorni dalla messa in onda. Dati alla mano era pressoché impossibile che la serie non ottenesse un rinnovo. 

Il rinnovo della serie e la mancata cessione ad Amazon

Come vi accennavo sopra, era impossibile che Netflix non rinnovasse la serie. La carta canta e il record di Mercoledì non sono passati inosservati. Netflix infatti ha confermato la  seconda stagione della serie sulla sua piattaforma. Con un video speciale, Netflix il giorno della Befana ci ha consegnato un dono speciale: arriverà presto la seconda stagione di Mercoledì. Con un video speciale, Netflix e la protagonista Jenna Ortega annunciano che la seconda stagione di Mercoledì si farà, visto il successo e l’accoglienza riservata alla prima. Non si hanno altre specifiche su quando potrebbe arrivare né su quando cominceranno le riprese, ma del resto, il finale della prima stagione era volutamente piuttosto aperto.

Il produttore esecutivo Peter Friedlander, recentemente, si è così espresso sul fenomeno culturale innescato da Mercoledì e sulla seconda stagione:

“Sapete cosa vi sto per dire, ma non posso dare nessuna conferma. Sono ottimista sulle possibilità di realizzare la seconda stagione di Mercoledì. Alla fine la serie è stata lanciata da poco, ma stiamo già parlando di un fenomeno culturale. E dobbiamo capire molto rispetto a tutto questo. Mercoledì è esplosa in maniera così rapida, e dobbiamo ancora capire bene cosa ne sta dicendo il pubblico. Non è solo una questione del ballo, ma è il look di Mercoledì ed il fatto di come le persone vorrebbero somigliarle. Questa passione per il personaggio è rimasta covata nel tempo a lungo prima di arrivare ad una rinascita. Dobbiamo ancora studiarla bene, e bisogna mettere al centro anche la straordinaria performance di Jenna, che ha avuto al fianco un cast eccezionale: da Gwendoline Christie, a Catherine Zeta-Jones, Luis Guzmán e Christina Ricci!”

La conferma da parte della piattaforma dalla grande N ha tranquillizzato chi già temeva in una pronta cancellazione ma anche chi pronosticava un rapido cambiamento di bandiera per lo show di Tim Burton. La ragione di tali timori si celava dietro ad un problemi legato ai diritti di La famiglia Addams. Il motivo sarebbe legato a un problema di diritti con il materiale originale che avrebbe potuto causare il passaggio di Mercoledì a Prime Video per la stagione 2. I diritti della famiglia Addams sono di proprietà di MGM, che si è fusa con Amazon nel 2022. A quanto pare però Netflix ha raggiunto un accordo per mantenere i diritti della serie per le prossime stagioni, fortunatamente oserei dire. 

Arriverà l’Addams Family Universe su Netflix?

Mercoledì serie TV

Ora che Mercoledì è stata rinnovata per la seconda stagione i fan della serie desiderano sapere se ci sono possibilità di ampliare l’universo creato da Tim Burton. I fan desiderano vedere sempre su Netflix alcuni spin-off incentrati sugli altri componenti della famiglia Addams. In un’intervista con Volture, l’Head of Scripted Series di Netflix US e Canada Peter Friedlander si è pronunciato sul futuro della serie e ad un certo punto gli è stato domandato, senza troppi mezzi termini, se ci fossero speranze per un futuro Addams Family Universe. “Vorrei potervi dire du più” è stata subito la sua risposta “Sono ottimista, ma al momento non ho nulla da aggiungere”. Se dipendesse tutto da lui, però, sembra che Friedlander non esiterebbe ad andare avanti con l’espansione del progetto, aggiungendo che “Stiamo ancora imparando ciò che c’è da imparare da questo successo, lo stiamo analizzando e cercando di capire. È divertente perché la gente parla di pubblico Young Adult, ma credo che sia un modo troppo semplicistico di vederla, considerata la diversità dei gusti riscontrabile in quella stessa fascia demografica… Non so, non credo si possa identificare un singolo elemento. Penso che abbia una portata più ampia, per tutti i gusti”.

Al momento nulla è certo o confermato ma nulla è da escludere. Non ci resta che attendere e sperare. 

La danza di Mercoledì 

Mercoledì è diventa la serie tra le più popolari di sempre grazie alla condivisione social. Il popolo di TikTok ha facilitato il passaparola e avvicinato sempre più gente alla serie Netflix. Poco dopo il debutto dello show è diventato virare il video della danza di Mercoledì. Ospite al Tonight Show di Jimmy Fallon, Jenna Ortega ha rivelato i dietro le quinte della Wednesday-dance sulle note di Goo Goo Muck dei Cramps del 1981. L’attrice ha confessato di aver rifiutato l’aiuto di un coreografo: “Tim Burton è venuto nella mia roulotte circa due giorni prima delle riprese e mi ha detto: ‘Ehi Jenna, so che hai detto che volevi fare la coreografia da sola. So che ce l’hai, ci hai lavorato, non sono nemmeno preoccupato. Mi fido di te’. E io ho risposto: ‘Oh, sì. Sai, è tutto così bello. Quella settimana avevo violoncello e scherma. Non ho avuto tempo… Oh mio Dio, mi stavo prendendo a calci. Mi sono sentita una stupida. Non ho dormito per due giorni. Ho guardato video di Siouxsie and the Banshees, Denis Lavant in Beau Travail. Ho trovato filmati d’archivio di ragazzi goth che ballavano nelle discoteche negli anni ’80. Lene Lovich. Nina Hagen. E poi, il giorno stesso, ho pensato: ‘Bene, vediamo cosa succede. Netflix mi diceva: ‘Oh, sai, Jenna, questo diventerà una cosa su TikTok’. E io pensavo: Sì, sì, sì, ok, come vuoi. Ho pensato che fossero eccitati, e invece avevano ragione.”

La scena del ballo di Mercoledì è diventata virale sui social e la coreografia è stata ripresa ed associata alla canzone Bloody Mary di Lady Gaga. La cantate ha anche omaggiato lo show Netflix e la rinnovata popolarità del suo brano mendante un video tiktok in cui, vestita da Mercoledì, danza sulle note della sua canzone. 

Tra l’altro, sapevate che Jenna Ortega ha girato la scena del ballo con il Covid? Ecco le parole della Ortega ai microfoni del magazine NME: “Avevo ricevuto la canzone circa una settimana prima e ho tirato fuori tutto quello che potevo… è pazzesco perché era il mio primo giorno con COVID, quindi è stato terribile filmarlo. Mi sono svegliata e – è strano, non mi ammalo mai e quando accade non sto molto male – avevo dolori muscolari. Mi sentivo come se fossi stata investita da un’auto e come se un piccolo goblin si fosse scatenato nella mia gola e stesse graffiando le pareti del mio esofago. Mi davano medicine tra una ripresa e l’altra perché stavamo aspettando che venisse confermata la positività. Sono stati seguiti rigidi protocolli COVID e una volta confermato il test positivo, la produzione ha allontanato Jenna dal set”. Nel corso dell’intervista, l’attrice ha inoltre dichiarato di aver chiesto alla produzione di girare la scena del ballo, tra le più amate dai fan e che la stessa attrice ha coreografato, per una seconda volta ma “non abbiamo avuto tempo. Penso che avrei potuto farla meglio“.

Il make-up di Mercoledì

Ad andare a ruba nel mese di novembre e dicembre è stata la matita Nightmoth di Mac, il prodotto prescelto dalla make-up Artist della serie per il trucco di Jenna Ortega. Il prodotto è stato mixato assieme al lipgloss Glow Play nella tonalità Halo at Me sempre di Mac. I due prodotti sono stati acquistati in massa, tanto che i video make-up tutorial dedicati allo show sono diventati virali. Se desiderate acquistare i rossi di Mercoledì affrettatevi o dovrete attendere i vari riassortimenti. 

Le location di Mercoledì

Netflix ha recentemente illustrato ai suoi abbonati le location della serie Mercoledì spiegando la Nevermore Academy nella serie è immersa nei boschi appartati del New England ma lo show non è stato girato negli Stati Uniti. 

Il cortile della scuola è a soli 25 minuti a piedi dalla pittoresca città di Jericho, uno degli insediamenti originari dei pellegrini. La serie ha utilizzato il Castello di Cantacuzino, edificio gotico di inizio XX secolo, per le riprese. Secondo Uncover Romania, il castello vanta la presenza di massicce porte decorate di quercia, finestre di vetri colorati di Venezia e camini decorati con mosaici e lamine dorate. Inizialmente la la ricerca delle location ha avuto luogo a Toronto ma non ha dato i frutti sperati. Così lo scenografo Mark Scruton ha trovato il castello rumeno che ha suscitato l’interesse del produttore esecutivo e regista Tim Burton. “Siamo finiti con Cantacuzino, che è quello che vedete nello show, in realtà non ne era rimasto molto quando abbiamo finito di aggiungere, migliorare e modificare. Abbiamo utilizzato la location per circa tre o quattro giorni. C’era una colonna centrale che ha davvero colpito Tim, aveva quel tipo di qualità della Famiglia Addams senza che fosse un riferimento diretto, e penso che fosse un fulcro per tutto il resto.”

The Last of Us: per trasporre il secondo videogioco potrebbe non bastare una sola stagione
The Last of Us: per trasporre il secondo videogioco potrebbe non bastare una sola stagione
Black Panther: Wakanda Forever, dietro le quinte delle riprese subacque
Black Panther: Wakanda Forever, dietro le quinte delle riprese subacque
Asterix & Obelix – Il Regno di Mezzo: due clip ufficiali dal nuovo live action
Asterix & Obelix – Il Regno di Mezzo: due clip ufficiali dal nuovo live action
Creed 3: nuovo teaser del film di e con Michael B. Jordan
Creed 3: nuovo teaser del film di e con Michael B. Jordan
Winnie the Pooh: Blood and Honey - Il regista rivela le ispirazioni del film
Winnie the Pooh: Blood and Honey - Il regista rivela le ispirazioni del film
You People, la recensione: tra risate e questione razziale
You People, la recensione: tra risate e questione razziale
The Power: prime foto della serie con Toni Collette
The Power: prime foto della serie con Toni Collette