I pipistrelli usano il “growl” per i loro vocalizzi, come i cantanti metal

2 mesi fa

Un gruppo di ricerca della University of Southern Denmark, guidato dal professor Coen Elemans, del Dipartimento di Biologia, ha filmato per la prima volta ciò che accade nella laringe di un pipistrello quando produce un suono.

“Abbiamo identificato per la prima volta quali strutture fisiche all’interno della laringe oscillano per produrre le diverse vocalizzazioni. Per esempio, i pipistrelli possono emettere richiami a bassa frequenza, utilizzando le cosiddette “false pieghe vocali” come fanno i cantanti death metal”,

ha detto  Elemans. Le pieghe ventricolari, o false pieghe vocali, si trovano sopra le corde vocali vere e proprie. Storicamente, si pensava che queste pieghe non avessero alcun ruolo nel normale linguaggio umano, da cui il termine “false”. Ma gli studi hanno rivelato che sono cruciali per alcune forme uniche di vocalizzazione, come il caratteristico growl (traducibile come “ringhio”) dei cantanti death metal o il canto di gola dei vocalisti della Mongolia e della Siberia. I ricercatori danesi hanno scoperto che le stesse pieghe sono, probabilmente, la fonte delle vocalizzazioni a bassa frequenza anche nei pipistrelli, che vibrano a frequenze nettamente basse, da 1 a 5 kHz (KiloHertz)

Gli autori della ricerca non sanno con certezza cosa intenda comunicare un pipistrello quando usa le sue false pieghe vocali per produrre suoni bassi: “Alcuni sembrano suoni aggressivi, altri potrebbero essere un’espressione di fastidio e altri ancora potrebbero avere una funzione molto diversa”, ha dichiarato il biologo ed esperto di pipistrelli Lasse Jakobsen della University of Southern Denmark, coautore dello studio.

Lo studio rivela inoltre, per la prima volta, come i pipistrelli siano in grado di emettere i loro richiami di ecolocalizzazione (o biosonar) ad altissima frequenza. Per scoprirlo hanno filmato le corde vocali dei mammiferi ad alta velocità, fino a 250.000 fotogrammi al secondo. Secondo le analisi dei fotogrammi, i pipistrelli riescono a far vibrare delle membrane vocali molto sottili – strutture che un tempo avevano anche gli esseri umani, ma che sono andate perdute nella nostra evoluzione.  Secondo il team di ricerca, la normale gamma vocale di un pipistrello si estende su 7 ottave. “È un dato notevole. La maggior parte dei mammiferi ha una gamma di 3-4, e gli esseri umani di circa 3. Alcuni cantanti umani possono raggiungere una gamma di 4-5, ma sono solo pochissimi.”

Come suggeriscono i ricercatori, la pressione selettiva (una forza che fa evolvere un particolare organismo in una certa direzione) ha sviluppato la capacità dell’ecolocalizzazione nei pipistrelli, insieme alla comunicazione sociale. La conseguenza fisica di questa evoluzione si riflette nello sviluppo di strutture laringee separate le quali hanno ampliato notevolmente la gamma vocale dei pipistrelli.

 

 

Animali: come insegnare ai bambini ad amarli
Animali: come insegnare ai bambini ad amarli
I lupi cambiano dieta, dai cervi alle lontre
I lupi cambiano dieta, dai cervi alle lontre
Gli elefanti possono salvare il pianeta?
Gli elefanti possono salvare il pianeta?
Il coniglio "impollinatore"
Il coniglio "impollinatore"
Animali: rischiano di sostituire i figli
Animali: rischiano di sostituire i figli
L'uomo potrà parlare con gli animali grazie all'intelligenza artificiale?
L'uomo potrà parlare con gli animali grazie all'intelligenza artificiale?
Animali: più di una specie su dieci a rischio estinzione
Animali: più di una specie su dieci a rischio estinzione