Combustibili fossili: nasce il movimento che vuole porre fine al loro utilizzo

3 mesi fa

Quello dei combustibili fossili è un problema molto attuale, soprattutto perché è uno dei fattori che ha contribuito in maniera importante al riscaldamento globale e alla crisi climatica. Di azioni concrete per ridurre l’uso di energia proveniente dal petrolio, però, se ne vedono poche. Per questo è nato un movimento che si prefigge lo scopo di far adottare ai diversi governi il Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili.

Alcune nazioni hanno già sottoscritto questo accordo volto a impegnarsi a smettere di utilizzare fonti energetiche non rinnovabili. Questo trattato prende spunto dal Trattato di non proliferazione nucleare del 1968.

L’iniziativa è nata nel 2019 da parte di attivisti di tutto il mondo grazie al progetto Climate Breaktrough, in seguito al mancato rispetto da parte dei Paesi degli obiettivi del trattato di Parigi. Nonostante gli avvertimenti della comunità scientifica, i vari governi continuano la ricerca di nuove fonti di petrolio.

Il trattato si basa su tre punti fondamentali:

  1. Stop alla ricerca di nuovi giacimenti di fonti fossili
  2. Eliminazione graduale dell’attuale produzione di combustibili fossili in linea con l’obiettivo climatico globale di 1,5°C
  3. accelerare la ricerca di soluzioni valide per la transizione energetica

Lo scorso giugno, durante la London Climate Action Week, il sindaco di Londra Sadiq Khan annuncia di aver firmato questo trattato, promettendo che la metropolitana della città sarà presto alimentata al 100% da energia proveniente da fonti rinnovabili. Tra gli aderenti ci sono poi lo Stato del Vaticano, la città di Bonn e il movimento Fridays for future.

Stiamo aprendo la strada alla diminuzione della nostra dipendenza dai combustibili fossili per proteggere la nostra salute e il futuro del nostro pianeta.

Tweet di Sadiq Khan

 

 

Riscaldamento globale: Genova e Napoli sono tra le dieci città più colpite
Riscaldamento globale: Genova e Napoli sono tra le dieci città più colpite
Ondate di calore: in Europa causeranno 90mila morti
Ondate di calore: in Europa causeranno 90mila morti
OMM: gli ultimi 8 anni sono stati i più caldi mai registrati
OMM: gli ultimi 8 anni sono stati i più caldi mai registrati
UNESCO: l'allarme sulla futura scomparsa di 460 ghiacciai
UNESCO: l'allarme sulla futura scomparsa di 460 ghiacciai
India: il primo villaggio interamente alimentato dall'energia solare
India: il primo villaggio interamente alimentato dall'energia solare
Energie rinnovabili: la sfida dell'adeguamento delle reti
Energie rinnovabili: la sfida dell'adeguamento delle reti
Laghi artici: perché si stanno prosciugando?
Laghi artici: perché si stanno prosciugando?

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.