Acqua: ecco come ridurre gli sprechi domestici

4 giorni fa

4 minuti

spreco acqua

Se pensiamo all’uso smisurato che facciamo dell’acqua dentro casa, dovremmo spaventarci. Non è una risorsa illimitata, anzi dobbiamo farne tesoro. Dalla doccia, al lavaggio dei piatti sporchi, all’irrigazione del giardino, l’acqua è indispensabile. In casa ne sprechiamo veramente tantissima. Si deve per questo studiare un modo per conservare tale preziosa fonte quotidiana. Il 97,5% di acqua si trova nei mari e negli oceani, e non può essere utilizzata dall’uomo. La maggior parte di quella che resta (2,5%) è rinchiusa in calotte di ghiaccio. Ecco perché è così poca e preziosa e dobbiamo riuscire a ridurre al minimo il suo spreco.

Chiudere il rubinetto

Dobbiamo smettere di lasciare il rubinetto aperto senza motivo. Ogni minuto in funzione usa fino a 12 litri di acqua. Pensiamoci e risparmiamo, l’acqua per la Terra è come l’oro. Facciamolo mentre riempiamo una ciotola o anche semplicemente mentre laviamo i denti.

Lavaggio dei piatti

Oggi la lavastoviglie permette di risparmiare acqua. Si dovrebbe acquistare una lavastoviglie adatta alle esigenze-caratteristiche della famiglia che ne farà uso. Ci si dovrebbe assicurare che la lavastoviglie sia piena in modo da ridurre il numero di carichi. Le lavastoviglie più moderne hanno un consumo d’acqua molto basso. Pochi litri al giorno puliscono un certo numero di pasti con impostazioni ecologiche. Molti fanno bene a pre-risciacquare i piatti, prima di metterli nella lavastoviglie.

Quando si beve

Bere l’acqua del rubinetto è vantaggioso. Si impedisce l’uso di bottiglie di plastica ed è più salutare. Lasciar raffreddare l’acqua del rubinetto per un drink però è uno spreco di dieci litri al giorno. Meglio mettere una bottiglia monouso in frigorifero.

Doccia intelligente

La doccia è il metodo migliore per risparmiare acqua, invece non è così. Vanno via dai 5 ai 10 litri d’acqua. Consigliabile l’uso di soffioni aerati a basso flusso che riducono lo spreco fino a 2 litri d’acqua al minuto.

Cambiare modo di fare il bucato

Lavare i vestiti è un dovere, quindi non possiamo evitarlo. Si possono scegliere lavatrici ecologiche, tipo a un utilizzo di 7,5 litri per kg. Usiamo le impostazioni per risparmiare più acqua possibile. Facciamo il carico, non laviamo pochi oggetti al giorno, in modo da utilizzare meno volte la lavatrice. Usiamo detersivi per bucato a rifiuti zero per la riduzione di rifiuti plastici. Diminuiamo l’uso dell’acqua calda per risparmiare l’elettricità.

Una toilette a misura d’acqua

C’è necessità d’acqua per eliminare i rifiuti in modo valido. Ecco che i servizi igienici a doppio scarico possono far risparmiare molta acqua. Così si può arrivare a un minimo di 4 litri d’acqua per sciacquone.

 

innaffiare giardino

Innaffiare il giardino

Innaffiamo il nostro giardino a inizio o fine giornata quando il clima è più fresco. Se si fa con il caldo rovente, l’acqua evapora e si spreca inutilmente. Così facendo, le piante avranno bisogno di ulteriore acqua.

Impianto idraulico

Tante tubazioni rappresentano rischio di perdite. Effettuare quindi controlli regolari sulle tubazioni di lavandini e servizi igienici. Consiglio utile: mettere colorante nel serbatoio del water, se dopo c’è colore nella ciotola, allora c’è una perdita. Bisogna quindi sapere dov’è la valvola di arresto.

Contatore dell’acqua

Lo strumento che permette di farci rendere conto se stiamo sprecando acqua e quanta ne stiamo sprecando. Un modo per farci diventare consapevoli del nostro utilizzo idrico. Infatti, non c’è input più grande del denaro che poi dovremo pagare in bolletta in relazione al consumo del nostro contatore.

Perché risparmiare acqua

  • Risparmio dei soldi in bolletta. Risparmio d’acqua, risparmio di soldi.
  • Aiutare l’ambiente: usiamo l’acqua in modo più efficiente e così allevieremo l’impatto sull’ambiente.
  • Riduzione impatto del cambio climatico. Acqua ed energia hanno un rapporto stretto. In Regno Unito l’acqua contribuisce all’1% delle emissioni totali di carbonio. Più acqua buttiamo in spreco e più trattamento viene richiesto. Anche il trasporto idrico richiede uso di energia. Ridurre gli sprechi significa alleggerire l’impatto del cambio clima.

Non serve tempo per il risparmio dell’acqua. Usiamo allora un approccio previdente allo spreco. Giriamo una volta il rubinetto per lavarci i denti e poi richiudiamo subito. Per lavare i piatti, mettiamoli in lavastoviglie direttamente. Ecco i piccoli gesti che fanno la differenza. Non diamo per scontata l’acqua e non facciamo diventare lo spreco un’abitudine. Se pensiamo con il cervello, allora possiamo riflettere su ciò che stiamo facendo e risparmiare acqua. Un vantaggio per l’economia e la natura, per il nostro portafoglio e per l’ecosistema, per la salvaguardia della Terra.