Yousign: ecco perché sempre più aziende scelgono la firma elettronica

1 mese fa

Sono sempre di più le aziende italiane che hanno scelto di utilizzare la firma elettronica per fare a meno delle scartoffie, dematerializzando il processo di produzione di documenti ad uso interno ed esterno.

Yousign, azienda fondata nel 2013 e leader del settore in Europa, offre ad aziende e professionisti la possibilità di firmare con un semplice tocco sullo schermo, senza per questo rinunciare alle garanzie e alla sicurezza della firma tradizionale.

Yousign , in Italia oltre mezzo milione di documenti firmati elettronicamente

Solamente nel corso del 2022, in Italia sono stati oltre mezzo milione i documenti firmati elettronicamente grazie alle soluzioni offerte da Yousign.

Firmare i documenti con Yousign è estremamente semplice. L’azienda offre una piattaforma proprietaria dove poter caricare comodamente i documenti in formato PDF, che verranno poi inviati al firmatario. Quest’ultimo non dovrà fare altro che cliccare sul link ricevuto e firmare. È possibile aumentare la sicurezza del processo aggiungendo alcuni sistemi di autenticazione. A prescindere dal tipo di firma scelto, il processo è istantaneo e non richiede software o hardware esterni.

Yousign attualmente offre tre diverse modalità di firma elettronica:

  • Semplice: si firma semplicemente con un link e il documento ha valenza legale
  • OTP: il firmatario verifica la sua identità grazie all’autenticazione a due fattori. In questo modo viene aumentato il livello di sicurezza della firma
  • Avanzata (FEA): l’autenticazione è ancora più sicura, grazie alla verifica dei documenti d’identità del firmatario

Yousign sta lavorando ad una quarta proposta: la firma elettronica qualificata (FEQ), che, attraverso la verifica dell’identità faccia-a-faccia, offrirà un livello di sicurezza estremamente elevato. Presto arriverà anche in Italia.

Le aziende possono gestire il processo di firma elettronica attraverso un’app ad hoc, oppure possono utilizzare l’API ufficiale di Yousign per integrare il processo di firma elettronica all’interno delle loro app o del loro portale web.

Sempre più aziende europee scelgono la firma elettronica

Non stupisce allora che sempre più professionisti, PMI e aziende italiane abbiano deciso di spostare completamente (o quasi) le loro pratiche online, riducendo l’impatto sull’ambiente e risparmiando tempo prezioso. Il fenomeno è in rapida crescita in tutta Europa. Yousign è presente anche in Francia, Germania e Polonia. Ma è solo l’inizio: l’azienda ha l’obiettivo di dematerializzare decine di milioni di documenti entro il 2023.

Il mercato italiano della firma elettronica è solo all’inizio e sta crescendo davvero rapidamente, il suo valore totale disponibile di €950 milioni lo colloca come il terzo più importante in Europa. In Italia lavoriamo già con oltre 400 tra PMI, aziende e liberi professionisti che usano la nostra soluzione per far firmare tutta la documentazione contrattuale, come preventivi, ordini fornitori, informativa privacy, polizze, pre-contratti assicurativi, mandati, contratti di lavoro, contratti d’affitto e tanto altro. In particolare si affidano a noi le società di assicurazioni, ma anche software house, system integrator e aziende tech italiane, così come un discreto numero di agenti immobiliari e imprese del mondo energetico

ha commentato Fabian Stanciu, Country Manager e Head of International di Yousign.

In Europa la firma elettronica è contemplata e regolamentata dal Regolamento europeo per l’identificazione elettronica (eIDAS), tant’è che i servizi offerti da Yousign hanno validità non soltanto in Italia, ma all’interno di tutta l’Unione Europea – facilitando quindi gli accordi da remoto tra aziende italiane e partner stranieri. Ogni mese gli oltre 10mila clienti di Yousign presenti in tutta Europa firmano più di 3 milioni di documenti.

Super: dettagli sulla presunta piattaforma di Meta simile a Twitch
Super: dettagli sulla presunta piattaforma di Meta simile a Twitch
Intel Raptor Lake: i nuovi processori sembrerebbero incredibilmente veloci
Intel Raptor Lake: i nuovi processori sembrerebbero incredibilmente veloci
OnePlus Ace Pro: lancio previsto per domani, confermata la data
OnePlus Ace Pro: lancio previsto per domani, confermata la data
Bang & Olufsen: in arrivo nuove cuffie premium per Teams e Zoom
Bang & Olufsen: in arrivo nuove cuffie premium per Teams e Zoom
Oppo e OnePlus: stop alle vendite in Germania per una disputa
Oppo e OnePlus: stop alle vendite in Germania per una disputa
Apple ha ridotto le acquisizioni, come spiegato da un insider
Apple ha ridotto le acquisizioni, come spiegato da un insider
Le tensioni tra Cina e Taiwan hanno messo nei guai anche la Apple
Le tensioni tra Cina e Taiwan hanno messo nei guai anche la Apple