PNRR: 500 milioni di euro alle ragazze che sceglieranno le facoltà scientifiche

266
4 mesi fa

Il Governo stanzia 500 milioni di euro a sostegno degli studenti. Parte delle risorse andranno alle ragazze che scelgono di studiare materie scientifiche. Parte delle borse di studio sono destinate alle ragazze che si iscriveranno alle facoltà Stem (Scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), mentre un’altra parte delle risorse andrà a sostegno degli studenti fuorisede, a prescindere dal loro genere. Il provvedimento – annunciato dal Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa – fa parte del PNRR.

«C’è un grosso sforzo di incentivare e sensibilizzare le ragazze ai corsi Stem perché sono quelli di cui il mercato chiede più competenze», ha dichiarato il ministro.

La situazione sta leggermente migliorando. Cresce l’adesione femminile nelle facoltà scientifiche, ma gli obiettivi sono ancora lontani. «Quest’anno, da una prima analisi delle immatricolazioni, dove vediamo una riduzione complessiva del 3-4%, abbiamo dati interessanti nelle materie Stem, con una crescita delle immatricolazioni delle ragazze ad alcune materie anche del 12%», ha rilevato il ministro.

«Per aumentare questo effetto», continua, «abbiamo previsto nella misura delle borse di studio del PNRR, dove ci sono 500 milioni di euro, un aumento dell’entità della borsa di studio che avvantaggia le ragazze che vogliono scegliere le lauree Stem e tutti, ragazze e ragazzi, fuorisede».

 

 

USA, algoritmi razzisti incanalano gli studenti in università "semplici"
USA, algoritmi razzisti incanalano gli studenti in università "semplici"
Google contro le università: corsi di 6 mesi al "pari" di una laurea
Google contro le università: corsi di 6 mesi al "pari" di una laurea
Crowdfunding e università per finanziare la ricerca
Crowdfunding e università per finanziare la ricerca
Apple Music, sconto per universitari anche in Italia
Apple Music, sconto per universitari anche in Italia
Display Idrogel, il primo display fatto d'acqua
Display Idrogel, il primo display fatto d'acqua
Yik Yak, il social network per chi vuole restare anonimo
Yik Yak, il social network per chi vuole restare anonimo
Storie di pecorino, ministero e porno
Storie di pecorino, ministero e porno