Truffatori si spacciavano per Facebook e Instagram, Meta passa alla controffensiva

5 mesi fa

Meta

Meta passa all’offensiva. La parent company di Facebook ha intrapreso le vie legali contro un gruppo di truffatori che dal 2019 ad oggi ha ripetutamente utilizzato i brand di Facebook, WhatsApp e Instagram per scopi illeciti.

I criminali in pochi anni hanno creato oltre 39.000 versione false di Facebook, Instagram e WhatsApp.

In pochi anni i criminali hanno creato oltre 39.000 siti malevoli, tutti camuffati con le sembianze dei reali social network e servizi dell’azienda di Mark Zuckerberg. Le vittime venivano così persuase a inserire i loro dati di login, finendo per fornire l’accesso ai loro account ai criminali.

I criminali si affidavano a Ngrok, un servizio di tunneling, per dirottare il traffico delle vittime sulle finte versioni di Facebook e Instagram. Meta si è accorta per la prima volta della truffa a marzo del 2021 ed ha poi collaborato con Ngrok per bloccare i link malevoli di volta in volta creati dai criminali.

Meta si è costituita parte civile, imputando ai criminali non soltanto le campagne di phishing a danno degli utenti, ma anche l’uso illecito dei suoi marchi registrati. “Il danno reputazionale è incalcolabile”, si legge nella causa presentata dai legali dell’azienda.

 

 

Facebook Pay diventerà Meta Pay, è ufficiale
Facebook Pay diventerà Meta Pay, è ufficiale
Mark Zuckerberg a Palazzo Chigi, oggi il ricevimento con Mario Draghi
Mark Zuckerberg a Palazzo Chigi, oggi il ricevimento con Mario Draghi
Meta Store, nasce il primo negozio fisico di Facebook: tra visori VR e occhiali smart
Meta Store, nasce il primo negozio fisico di Facebook: tra visori VR e occhiali smart
Mark Zuckerberg nella lista nera di Mosca: non potrà mettere piede in Russia
Mark Zuckerberg nella lista nera di Mosca: non potrà mettere piede in Russia
Meta starebbe perdendo interesse nel mondo di podcast e audio
Meta starebbe perdendo interesse nel mondo di podcast e audio
Meta non permetterà più la condivisione di indirizzi pubblici su Facebook
Meta non permetterà più la condivisione di indirizzi pubblici su Facebook
Il metaverso di Facebook non avrà successo, per l'ex presidente Nintendo
Il metaverso di Facebook non avrà successo, per l'ex presidente Nintendo