La Francia blocca Wish: “prodotti tossici e pericolosi”. Il resto dell’Europa cosa intende fare?

119
1 settimana fa

Il Governo della Francia mette al bando Wish, popolare e-commerce cinese, dopo aver condotto diverse ispezioni a campione sugli oggetti messi in vendita sul sito. Il verdetto: «praticamente nessun prodotto rispetta la normativa dell’Unione Europea». In parole povere: è ciarpame e pure pericoloso.

Da qui la richiesta, presentata ufficialmente dal Ministero dell’Economia della Francia, di oscurare Wish e renderlo irraggiungibile dai motori di ricerca. Simile richiesta anche ad Apple e Google, che dovranno escludere l’app di Wish dalla versione francese dei rispettivi app store.

La Francia ha condotto un’ispezione acquistando 140 diversi prodotti per bambini venduti da Wish. Dopo i rigorosi test, è venuto fuori che il 95% dei prodotti non risultava conforme alle norme europee sulla sicurezza dei consumatori. Quasi un prodotto su due è stato ritenuto tossico o comunque pericoloso per la salute dei consumatori.

Una seconda indagine, questa volta su prodotti tecnologici, ha portato ad un esito del tutto analogo: il 95% dei prodotti non era a norma, il 90% è stato ritenuto pericoloso – ad esempio perché a rischio incendio.  Stessa storia per la bigiotteria: il 62% dei prodotti acquistati e testati dal Ministero dell’Economia della Francia è risultato essere pericoloso per i consumatori.

La domanda è lecita: se questi sono i risultati dei test svolti dalla Francia, cosa aspettano gli altri governi europei a prendere misure analoghe, svolte le opportune verifiche?

Nel frattempo Wish, pur rivendicando il diritto di non dover controllare ogni prodotto venduto sulla sua piattaforma, ha contestato la decisione della Francia ed ha annunciato un ricorso.

Apple valuta la riparabilità di iPhone e Mac sullo store online della Francia
Apple valuta la riparabilità di iPhone e Mac sullo store online della Francia
Google, storico accordo in Francia: via libera ai compensi per gli editori
Google, storico accordo in Francia: via libera ai compensi per gli editori
Netflix insegue la TV: arriva un canale con palinsesto in diretta
Netflix insegue la TV: arriva un canale con palinsesto in diretta
Facebook, 104 milioni di tasse arretrate vanno alla Francia
Facebook, 104 milioni di tasse arretrate vanno alla Francia
Blocco del porno, la Francia studia un sistema per impedire ai minori l'accesso ai siti per adulti
Blocco del porno, la Francia studia un sistema per impedire ai minori l'accesso ai siti per adulti
Google, la Francia conferma la maxi-sanzione da 50 milioni di euro, la più alta d'Europa
Google, la Francia conferma la maxi-sanzione da 50 milioni di euro, la più alta d'Europa
La Francia ha mostrato un hoverboard volante delle forze dell'ordine
La Francia ha mostrato un hoverboard volante delle forze dell'ordine