NVIDIA ferma gli update per le Geforce Kepler delle serie 600 e 700

1 anno fa

GeForce Kepler

NVIDIA ha ufficialmente confermato una spiacevole notizia per diversi possessori di schede video della compagnia realizzate nell’era 2012, parliamo di tutte le GPU basate sull’architettura Kepler. Si tratta di alcune delle serie più di successo per il colosso dell’hardware, che come confermato purtroppo da oggi non riceverà più supporto per quel che riguarda le nuove funzionalità, anche per i modelli ancora pronti a competere con alcuni device degli ultimi anni.

Purtroppo i nuovi driver rilasciati escludono sin da subito tutti i modelli in questione, di cui vi lasciamo una lista qui di seguito:

  • TITAN: GeForce GTX TITAN, GeForce GTX TITAN Black, GeForce GTX TITAN Z
  • GeForce 700: GeForce GTX 780 Ti, GeForce GTX 780, GeForce GTX 770, GeForce GTX 760, GeForce GTX 760 Ti (OEM), GeForce GT 740, GeForce GT 730, GeForce GT 720, GeForce GT 710
  • GeForce 600: GeForce GTX 690, GeForce GTX 680, GeForce GTX 670, GeForce GTX 660 Ti, GeForce GTX 660, GeForce GTX 650 Ti BOOST, GeForce GTX 650 Ti, GeForce GTX 650, GeForce GTX 645, GeForce GT 640, GeForce GT 635, GeForce GT 630

C’è da dire che le seguenti schede: GeForce GTX 750 Ti, GeForce GTX 750, GeForce GTX 745 non sono considerate in questo spiacevole annuncio, dato che queste sono basate sull’architettura Maxwell, e continueranno quindi – per ora – a ricevere update.

Purtroppo chi possiede una delle schede video in questione potrebbe avere alcuni problemi in futuro, specialmente per quel che concerne il mondo dei videogiochi, e di sicuro la carenza di scorte presente attualmente per tutti i settori tech non aiuta di certo, visto che la maggior parte dei nuovi modelli è alquanto difficile da acquistare.

È bene specificare che la compagnia non ha del tutto fermato il supporto alle schede con architettura Kepler, visto che – come riportato anche sulle pagine di Videocardz – nonostante mancheranno novità fra cui bug fix, miglioramenti delle performance, ulteriori feature, e supporto per i nuovi giochi in uscita, gli aggiornamenti di sicurezza verranno comunque rilasciati.

 

 

NVIDIA: rivelate le nuove GPU GeForce RTX 40 e il DLSS 3
NVIDIA: rivelate le nuove GPU GeForce RTX 40 e il DLSS 3
NVIDIA 4000: in arrivo le nuove schede video in un evento dedicato
NVIDIA 4000: in arrivo le nuove schede video in un evento dedicato
NVIDIA GeForce RTX 4080 avvistata in un'immagine
NVIDIA GeForce RTX 4080 avvistata in un'immagine
NVIDIA GeForce RTX 4070: presunte specifiche trapelate
NVIDIA GeForce RTX 4070: presunte specifiche trapelate
RTX 4090 il doppio più potenti delle ammiraglie 3090?
RTX 4090 il doppio più potenti delle ammiraglie 3090?
NVIDIA mostra il sistema di sviluppo AI NVIDIA Jetson AGX Orin
NVIDIA mostra il sistema di sviluppo AI NVIDIA Jetson AGX Orin
La GeForce GTX 1630 riesce a raggiungere la 1050 Ti come anticipato
La GeForce GTX 1630 riesce a raggiungere la 1050 Ti come anticipato

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.