Google, Facebook e Microsoft stanno spendendo in lobbismo più di qualsiasi altra azienda

48
1 anno fa

Le grandi aziende tecnologiche americane stanno spendendo più di tutti gli altri in operazioni di lobby a Bruxeles, sede del Parlamento e delle istituzioni europee. La classifica delle aziende con maggiore potenza di fuoco in sede di influenza della politica vede proprio Google, Facebook e Microsoft ai primi tre posti.

È un fenomeno in costante crescita da diversi anni. Uno studio di Corporate Europe Observatory e LobbyControl ha monitorato le attività di lobbismo di 612 diverse aziende, che complessivamente hanno speso circa 97 milioni di euro per influenzare il processo di policy making europeo.

Google supera qualsiasi altra azienda, con una spesa in lobbismo di 5,75 milioni di euro, seguono Facebook con 5,5 milioni e Microsoft con 5,25 milioni di euro. Troviamo poi Apple, 3,5 mln €, Huawei, 3 mln € e, quindi, Amazon con 2,75 milioni di euro.

Sono cifre significativamente più basse di quelle spese dalle stesse aziende negli Stati Uniti d’America, dove il fenomeno del lobbismo storicamente ha sempre assunto dimensioni più importanti. Eppure il tentativo di una washingtonizzazione di Bruxelles – per prendere in prestito un’immagine evocata da un vecchio articolo del New York Times – è sotto gli occhi di tutti. Oggi i tentativi di lobby delle grandi aziende tech sono tutto fuorché perfetti e la politica dell’UE ha già dato prova di una buona capacità di resistenza. Basti pensare all’approvazione del GDPR nonostante le resistenze di aziende come Facebook e Google, ma anche alle recenti regole sul giusto compenso per l’editoria. In tutti questi casi, le aziende tech americane – nonostante i loro sforzi – sono state almeno in parte sconfitte.

L’Unione Europea presto dovrà discutere due importanti pilatri della sua strategia di regolamentazione del settore digitale. Sono il Digital Market Act e il Digital Services Act.

 

 

Navigare su Google diventerà un po' più comodo: ecco come cambia il motore di ricerca
Navigare su Google diventerà un po' più comodo: ecco come cambia il motore di ricerca
Pixel 7 e Pixel 7 Pro: la VPN di Google offerta gratuitamente, per sempre, a tutti i proprietari
Pixel 7 e Pixel 7 Pro: la VPN di Google offerta gratuitamente, per sempre, a tutti i proprietari
Google, nuova sanzione: influencer pagati per esaltare i Pixel, senza averli mai provati
Google, nuova sanzione: influencer pagati per esaltare i Pixel, senza averli mai provati
Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Bill Gates ha condiviso la lista dei suoi cinque libri preferiti di sempre
Bill Gates ha condiviso la lista dei suoi cinque libri preferiti di sempre
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Google Pixel 8: forse conosciamo già alcune informazioni sulla sua scheda tecnica
Google Pixel 8: forse conosciamo già alcune informazioni sulla sua scheda tecnica