Didattica a distanza: uno studente su tre non sa scaricare un file, il report di Save the children

513
1 settimana fa

Sorpresa: i nativi digitali fanno più di qualche difficoltà con le piattaforme online predisposte per la didattica a distanza (DAD).

Lo segnala un’indagine di Save the Childrin, secondo la quale quasi un ragazzo su tre non saprebbe scaricare autonomamente un file dalle piattaforme delle scuole.

Insomma, farebbe fatica a scaricare compiti, materiale didattico e quant’altro senza dover chiedere un aiuto. Il dato riguarderebbe il 29,3% degli studenti, mentre il 32,8% dei ragazzi non sarebbe in grado di usare il browser per scopi didattici.

I problemi riguardano anche l’uso dei principali programmi utilizzati per le lezioni: l’11% degli studenti non sa come si condivide lo schermo con il docente e con il resto della classe usando Zoom o altre app.

L’indagine, scrive l’Ansa, vuole restituire una fotografia sulla “povertà educativa digitale“, ossia sull’inadeguatezza di scuole e famiglie a preparare gli studenti per utilizzare i più basilari strumenti digitali. I dati emergono da uno studio che ha coinvolto un campione di 772 bambini di 13 anni, che frequentano l’ultima classe della scuola secondaria inferiore.

Lo studio  ha coinvolto un campione di 772 bambini di 13 anni, che frequentano l’ultima classe della scuola secondaria inferiore.

Secondo Save the Children, esisterebbe poi un parallelismo con le condizioni economiche delle famiglie italiane: sono 1,36 milioni i minorenni in condizioni di povertà assoluta, un dato in aumento (+209mila) rispetto all’anno precedente.

Parallelamente, Save the Children lancia il manifesto ‘Riscriviamo il futuro‘, con l’obiettivo di «uscire dall’invisibilità e di essere al centro delle politiche di rilancio del paese, con maggiore attenzione alla scuola e alle opportunità educative».

Il ricorso alla didattica a distanza ha messo in evidenza gravi ritardi nello sviluppo delle competenze digitali tra docenti e studenti. Si pone quindi oggi il problema di comprendere un fenomeno nuovo, quello della povertà educativa digitale.

si legge nell’appello di Save the Children.

Chrome OS in aiuto alla Dad, in arrivo uno screen recorder integrato
Chrome OS in aiuto alla Dad, in arrivo uno screen recorder integrato
La didattica a distanza diventa il bersaglio perfetto per il cybercrimine
La didattica a distanza diventa il bersaglio perfetto per il cybercrimine
Regno Unito: il Governo regala dei laptop agli studenti, ma sono infettati da malware
Regno Unito: il Governo regala dei laptop agli studenti, ma sono infettati da malware
Regno Unito: il Governo regala dei laptop agli studenti, ma sono infettati da malware
Regno Unito: il Governo regala dei laptop agli studenti, ma sono infettati da malware