App Store, l’antitrust europea sarebbe pronta a muoversi contro Apple

2 mesi fa

Secondo il Financial Times, la Commissione Europea sarebbe finalmente giunta alla conclusione delle sui indagini antitrust riguardanti ad Apple e all’App Store, quindi si starebbe preparando a portare in causa la Big Tech. Il grande passo, che dovrebbe avvenire in settimana, rappresenterebbe un avanzamento delle accuse mosse all’azienda nel 2019 da Spotify e da altre ditte tech.

Spotify, Rakuten, Netflix, Tinder, Epic Games hanno infatti tutte lamentato come i servizi di Apple siano piagati da una “tassa” di commissione del 30 percento su ogni acquisto effettuato attraverso App Store, una situazione anticompetitiva che andrebbe a frenare lo stimolo all’innovazione e la libera concorrenza.

Il problema nasce dal fatto che le normali aziende tech debbano tenere in conto nei loro bilanci la somma trattenuta da Apple, mentre Apple, che ne è ovviamente esentata, può tranquillamente permettersi di proporre al pubblico dei prezzi maggiormente competitivi.

Apple ha sempre difeso la sua “Apple Tax” asserendo che la cifra sia necessaria a coprire i costi vivi dell’App Store, nonché a difendere gli utenti da app truffaldine e tossiche, tuttavia non è detto che l’antitrust europea sia incline a credere in questa narrazione. Narrazione che, per altro, non vanta fondamenta solidissime.

La posizione della Big Tech è decisa, ma non si è dimostrata inflessibile: nel bel mezzo del ciclone polemico, l’azienda di Cupertino ha chinato al capo ad alcune concessioni, calando le trattenute alle aziende di modeste dimensioni e annullando le commissioni ad alcuni servizi di videostreaming.

Ora c’è da capire che idea si sia fatta l’UE della questione, se sia disposta ad accettare i gesti di buona fede di Apple o se voglia raggiungere a un epilogo una volta per tutte.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Apple avrebbe rinunciato ai suoi Dogmi per far felice la Cina
Apple avrebbe rinunciato ai suoi Dogmi per far felice la Cina
App Store: Apple aveva preso in considerazione di abbassare le commissioni già nel 2011
App Store: Apple aveva preso in considerazione di abbassare le commissioni già nel 2011
App Store: più di 10.000 app si sono già adeguate alle nuove policy di Apple
App Store: più di 10.000 app si sono già adeguate alle nuove policy di Apple
App Store: Apple vorrebbe battere cassa con le inserzioni
App Store: Apple vorrebbe battere cassa con le inserzioni
iPhone 12, arriva la nuova colorazione viola
iPhone 12, arriva la nuova colorazione viola
iOS, niente server per adulti sull'app di Discord
iOS, niente server per adulti sull'app di Discord
Apple, le app cinesi si rifiutano di sottostare alle nuove policy
Apple, le app cinesi si rifiutano di sottostare alle nuove policy