Facebook, la DPC indaga sulla gigantesca fuga di dati

3 settimane fa

La Data Protection Commission (DPC) irlandese ha dato il via alle indagini atte a definire se Facebook possa o meno aver violato le norme che regolamentano il trattamento dei dati. L’organo sarà quindi chiamato a definire se il social abbia reagito alla minaccia in maniera adeguata e soddisfacendo tutti i requisiti di legge.

Considerando che il DPC abbia scoperto della gigantesca leak dalle pagine dai giornali e che abbia dovuto contattare con insistenza l’azienda tech per ottenere qualche informazione aggiuntiva, la risposta a un simile dubbio legale sembrerebbe quantomai immediata, tuttavia nulla è scontato.

Il tono di molti osservatori del settore sembra sottolineare come la commissione irlandese si sia mossa solamente a seguito di un confronto con la Commissione Europea, di una sollecitazione che avrebbe dato il via a un procedimento legislativo che tardava a concretizzarsi.

Lo stesso Parlamento Europeo non sembra particolarmente soddisfatto dei risultati ottenuti dall’organo irlandese responsabile di fatto di monitorare la salvaguardia del Data Protection Act del 2018, evidenziando come i processi siano estremamente lunghi e che i casi trattati si concludano perlopiù con un patteggiamento, invece che con una sanzione.

Parallelamente al caso Facebook, insomma, l’UE sta cercando di capire come rendere più efficienti i controlli e le punizioni inflitti alle Big Tech, sospettando che la DPC non sia in grado – o che non voglia – gestire l’alto numero di aziende che registrano i propri uffici amministrativi in Irlanda, usufruendo della leggera tassazione del Paese.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Facebook: il Comitato di Controllo rimanda di sei mesi la decisione su Donald Trump
Facebook: il Comitato di Controllo rimanda di sei mesi la decisione su Donald Trump
Facebook: nuove violazioni delle policy anti-discriminazione
Facebook: nuove violazioni delle policy anti-discriminazione
Facebook ha bloccato #ResignModi. Ovviamente per sbaglio.
Facebook ha bloccato #ResignModi. Ovviamente per sbaglio.
Facebook ha nascosto il report sulla gestione di "Stop the Steal"
Facebook ha nascosto il report sulla gestione di "Stop the Steal"
Social, usati come disperata resistenza dell'India al Covid
Social, usati come disperata resistenza dell'India al Covid
Social, India censura chi critica la gestione della pandemia
Social, India censura chi critica la gestione della pandemia
Facebook: si sta formando una class action europea
Facebook: si sta formando una class action europea