Facebook e il sito che vi dice se siete vittime dell’immenso leak della settimana scorsa

754
2 settimane fa

È notizia della settimana scorsa che un immenso leak ha coinvolto 533 milioni di utenti Facebook. Il furto non è una novità e risale a fine 2019/inizio 2020, ma da pochi giorni l’enorme lista con i dati degli utenti – nome, email, numero di telefono e non solo- è stata diffusa gratuitamente.

Sappiamo che la lista include anche diversi milioni di utenti italiani, incluso lo scrivente. È grave? Sì, ma fino ad un certo punto: il dato più sensibile tra quelli trafugati è il numero di telefono; è sicuramente un’informazione importante che rischia di esporre le vittime ad attacchi phishing di massa ed altre truffe. Per come funziona il mondo, è anche un’informazione che probabilmente possiedono già diverse aziende, che l’hanno ottenuta in modo legittimo o illegittimo, magari perché nella vostra vita vi è capitato di spuntare una casella ‘do il consenso‘ di troppo.

Da poche ore è online un sito che aiuta gli utenti a capire se sono finiti vittima dell’enorme leak in questione. Su modello del popolare Have I been Pwned, si limita ad incrociare il vostro numero di telefono con le informazioni contenute nell’archivio, verificando se ci fate parte e quali vostre informazioni sono state divulgate.

Il portale si chiama Have I been Facebooked ed è stato progettato dagli sviluppatori Fumez e Marco Aceti, che è uno studente diciannovenne dell’Università degli Studi di Milano, già dietro ad alcuni bot famosi di Telegram e ad altri progetti, oltre che un contributor del portale “Quanto manca?”, per verificare in tempo reale lo stato della campagna di vaccinazione per il Covid in italia.

 

 

Facebook ha un nuovo problema da dover gestire
Facebook ha un nuovo problema da dover gestire
Facebook cerca sistematicamente di sminuire le leak
Facebook cerca sistematicamente di sminuire le leak
Facebook dà un giro di vite ai post contro George Floyd
Facebook dà un giro di vite ai post contro George Floyd
La tossicità endemica dei social network
La tossicità endemica dei social network
Facebook vuole spodestare Clubhouse ed inseguire il mercato dei podcast
Facebook vuole spodestare Clubhouse ed inseguire il mercato dei podcast
Facebook: la Commissione rimanda la decisione su Trump
Facebook: la Commissione rimanda la decisione su Trump
Facebook ha investito 23 milioni per la sicurezza di Zuckerberg
Facebook ha investito 23 milioni per la sicurezza di Zuckerberg