Ex leader della NASA sostiene che gli USA debbano puntare su SpaceX

2 mesi fa

luna

Intervistata dalla CBS, la professionista ha sostenuto che lo Space Launch System (SLS) non meriterebbe né i soldi, né l’attesa che orbitano attorno alla sua ricerca, soprattutto se si tengono in considerazione gli alti traguardi che sta raggiungendo l’imprenditoria privata incarnata da Elon Musk.

Il SLS consisterebbe, secondo a Garver, in una spesa da “27 miliardi di dollari” assolutamente superflua, visto che, se si appoggiasse a SpaceX, la NASA potrebbe usufruire di scialuppe spaziali il cui sviluppo “non costa nulla alle tasche dei cittadini”.

Una posizione molto lontana da quella dell’attuale amministratore ad interim dell’agenzia aereospaziale, Steve Jurczyk, il quale guarda con diffidenza all’atteggiamento inconsistente e smargiasso del notoriamente eccentrico miliardario.

Da una parte c’è un missile usa-e-getta che sta costando al Governo decine di miliardi di dollari, dall’altra un privato che ha ottenuto grandi traguardi, ma che è al contempo noto per snocciolare deadline poco affidabili o gravate da inefficienze.

La SLS dovrebbe scendere in campo ufficialmente a novembre, in una missione priva di ciurma che farà parte del progetto lunare di Artemis, al che dovrebbe assumere un ruolo effettivo nell’agosto del 2023, quando una equipe umana si presterà a una missione diretta verso l’orbita della Luna.

Allo stesso tempo, Elon Musk aveva accennato che nel 2024 SpaceX sarebbe potuta già essere in grado di inviare l’uomo su Marte. Per come stanno andando le cose, ambo le stime sembrano aver peccato di una dose alquanto eccessiva di ottimismo.

La posizione di Garver è  d’altronde inesatta. Tralasciando che l’azienda di Musk pare si sia ricevuta 4,9 miliardi di dollari di incentivi governativi, qualsiasi imprenditore potrà confermare che i costi della ricerca vengano ammortizzati a piccole dosi dai prezzi dei beni o dei servizi elargiti.

Insomma, ambo le scelte hanno pro e contro evidenti, con la discriminante che è perlopiù politica, con gli USA che dovranno presto scegliere quanto appoggiarsi alle aziende private per supportare i loro interessi primari nel ramo della tecnologia.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

SN11: l'esplosione in volo
SN11: l'esplosione in volo
Perseverance: le sue prime tracce lasciate sul suolo marziano
Perseverance: le sue prime tracce lasciate sul suolo marziano
Starlink: la ventesima missione con altri 60 satelliti in orbita
Starlink: la ventesima missione con altri 60 satelliti in orbita
SpaceX Starship SN10: il video della violenta esplosione dopo l'atterraggio
SpaceX Starship SN10: il video della violenta esplosione dopo l'atterraggio
Miliardario giapponese cerca compagni di viaggio per andare sulla Luna
Miliardario giapponese cerca compagni di viaggio per andare sulla Luna
X-57 Maxwell, l'aereo completamente elettrico della NASA si avvicina al primo volo
X-57 Maxwell, l'aereo completamente elettrico della NASA si avvicina al primo volo
Perseverance: il countdown per l'atterraggio su Marte è quasi al termine
Perseverance: il countdown per l'atterraggio su Marte è quasi al termine