WhatsApp: non accetti le nuove policy? L’app diventa inutilizzabile, poi la cancellazione dell’account

22 Febbraio

WhatsApp ha rivelato pubblicamente cosa succede nel caso in cui non si accettino le nuove policy entro la deadline, fissata per il 15 maggio di quest’anno.

Dopo le iniziali titubanze, WhatsApp ha fatto chiarezza sui limiti che verranno imposti agli utenti che non accetteranno le nuove policy sulla privacy. La deadline è stata posticipata più volte e scatterà dopo il 15 maggio.

WhatsApp ha spiegato ad alcuni partner che in queste settimane inizierà a chiedere – lentamente – ai suoi utenti di accettare i nuovi termini d’uso in modo da mantenere «la piena funzionalità dell’app». È un eufemismo per dire – come si apprende dalle nuove FAQ  – che se le policy non vengono accettate WhatsApp diventa completamente inutilizzabile.

Se non hai accettato le nuove policy entro la scadenza, WhatsApp non cancellerà il tuo account. Ad ogni modo, non avrai accesso a tutte le funzioni dell’app finché non le accetterai. Per un breve periodo, potrai comunque ricevere telefonate e le notifiche, ma non potrai leggere o inviare i messaggi.

si legge nelle FAQ di WhatsApp. TL;DR;: in caso non si accettino i nuovi termini l’app diventerà completamente inutile. Ma non finisce qui: nonostante la prima rassicurazione, l’account dell’utente in realtà verrà cancellato dopo qualche mese.

Gli account degli utenti che non hanno accettato le nuove policy entro il 15 maggio, infatti, verranno considerati ‘account inattivi‘. WhatsApp cancella gli account dopo un periodo di 120 giorni di inattività. La nota positiva è che i dati salvati a livello locale non verranno cancellati. Riattivando l’account si riotterrà quindi possesso di tutte le conversazioni e dei file.

In questi giorni WhatsApp ha anche messo in guardia i suoi utenti dal passaggio ad altre app, definite – tra le righe – meno sicure. Ve ne abbiamo parlato qua:

 

 

Aree Tematiche
News Tecnologie
Tag
lunedì 22 Febbraio 2021 - 11:58
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd