Jeff Bezos si è dimesso da Amazon per concentrarsi su Blue Origin e lo Spazio?

28
5 mesi fa

Jeff Bezos ha mollato il ruolo di CEO di Amazon per dedicarsi interamente a Blue Origin, la sua startup dedicata all’industria aerospaziale? Per alcuni insider è questo il vero motivo.

Jeff Bezos ha scelto di dimettersi da CEO di Amazon (anche) per non perdere la guerra per lo Spazio contro SpaceX? A dirlo è l’agenzia Reuters, sulla base di alcune fonti vicine all’imprenditore.

Jeff Bezos vuole passare più tempo negli uffici della Blue Origin, la sua startup dedicata all’esplorazione spaziale. «Quello in Blue Origin è il lavoro più importante della mia vita», aveva scritto Bezo in un libro uscito l’anno scorso.

Ma tra Bezos e le sue ambizioni esiste un ostacolo che ha un nome preciso: la SpaceX di Elon Musk, l’azienda privata che più di tutte ha ottenuto risultati apprezzabili nel campo dell’esplorazione e dell’industria aerospaziale. La Blue Origin deve ancora lanciare in volo una missione con equipaggio umano.

Sia SpaceX che Blue Origin sono in lizza per aggiudicarsi diversi appalti strategici all’interno della Missione Artemis, l’impegno degli Stati Uniti per riportare l’uomo sulla Luna. In particolare, la sfida più serrata riguarda il lander lunare che verrà scelto dalla NASA per la sua missione. Per il momento la Blue Origin ha già vinto un’importante battaglia, dato che la NASA ha scelto il suo motore BE-7 per la missione.

Esiste poi un ulteriore settore su cui SpaceX ha un vantaggio apparentemente insormontabile: l’internet satellitare. SpaceX, con Starlink, ha già mandato in orbita oltre 1.000 satelliti estendendo la possibilità di abbonarsi in beta al suo servizio anche in Europa (e quindi in Italia). La Blue Origin di Jeff Bezos è ancora molto lontana dal raggiungere risultati anche solo remotamente vicini con il suo Prokect Kuiper.

Se Bezos considera veramente lo Spazio come la sua ambizione più grande, viste queste premesse non stupisce che per l’imprenditore sia arrivato il momento di dedicarsi animo e corpo al suo nuovo obiettivo. Del resto, probabilmente non esisteva un momento migliore per passare il testimone di CEO di Amazon: l’azienda è in perfetta salute ed è proiettata verso risultati sempre più grandi e ambiziosi. Il nuovo CEO di Amazon a partire da quest’estate sarà l’attuale N.1 di AWS Andy Jassy.

 

 

Richard Branson non è andato nello spazio
Richard Branson non è andato nello spazio
NASA, l'allunaggio nel 2024 non è più un obiettivo "realistico"
NASA, l'allunaggio nel 2024 non è più un obiettivo "realistico"
ESA, l'agenzia spaziale europea cerca nuovi astronauti per la prima volta dal 2008
ESA, l'agenzia spaziale europea cerca nuovi astronauti per la prima volta dal 2008
Tribunale spaziale: come gestire le controversie fuori dal pianeta
Tribunale spaziale: come gestire le controversie fuori dal pianeta
Blue Origin: oggi la New Shepard al test di volo suborbitale
Blue Origin: oggi la New Shepard al test di volo suborbitale
New Shepard: tredicesima missione completata con successo
New Shepard: tredicesima missione completata con successo
Boeing CST-100 Starliner, l'abitacolo è quanto di più diverso possa esserci da quello del Crew Dragon
Boeing CST-100 Starliner, l'abitacolo è quanto di più diverso possa esserci da quello del Crew Dragon