Toronto Film Critics Awards, trionfano Nomadland e Riz Ahmed

2 mesi fa

Toronto Film Critics Awards

Nomadland, Riz Ahmed, Frances McDormand e Chloé Zhao tra i vincitori dei premi più importanti ai Toronto Film Critics Awards di quest’anno.

È di recente stata riportata la lista dei vincitori e dei titoli presi in considerazione nella 24esima edizione dei Toronto Film Critics Awards, i premi votati dai membri del TFCA, organizzazione di critici cinematografici canadese, con sede a Toronto e che dal 1999, è membro del FIPRESCI e conta attualmente 37 membri.

Si tratta degli ennesimi premi che vedono trionfare Nomadland, che ha vinto miglior film e che è valso il premio di categoria sia alla sua regista, Chloé Zhao, che alla sua protagonista, Frances McDormand. Accanto alle loro c’è la bellissima vittoria di Riz Ahmed, premiato come miglior attore per Sound of Metal.

Tra gli altri vincitori abbiamo Maria Bakalova, miglior attrice non protagonista per “Borat Subsequent Moviefilm”, Daniel Kaluuya, miglior attore non protagonista per “Judas and the Black Messiah” e Lee Isaac Chung, migliore sceneggiatura per “Minari”. Vince miglior opera prima “The Forty-Year Old Version” di Radha Blank, mentre miglior film straniero è stato “Bacurau” di Juliano Dornelles e Kleber Mendonca Filho. Nella sezione documentari vince “Collective” e in quella dei film d’animazione, a sorpresa se vogliamo, “Wolfwalkers” di Tomm Moore.

La cerimonia si terrà in una serata di gala virtuale il 9 marzo.

L’elenco completo dei vincitori dei Toronto Film Critics Awards:

 

MIGLIOR FILM:

  • “Nomadland” (vincitore)
  • “First Cow”
  • “Minari

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA:

  • Riz Ahmed – “Sound of Metal” (vincitore)
  • Chadwick Boseman – “Ma Rainey’s Black Bottom”
  • Mads Mikkelsen – “Another Round”

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA:

  • Frances McDormand – “Nomadland” (vincitrice)
  • Viola Davis – “Ma Rainey’s Black Bottom”
  • Sidney Flanigan – “Mai Raramente Qualche volta Sempre”

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA:

  • Daniel Kaluuya – “Judas and the Black Messiah” (vincitore)
  • Leslie Odom, Jr. – “One Night in Miami”
  • Paul Raci – “Sound of Metal”

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA:

  • Maria Bakalova – “Borat Subsequent Moviefilm” (vincitrice)
  • Olivia Colman – “The Father”
  • Yuh-jung Youn – “Minari”

MIGLIOR REGIA:

  • Chloé Zao – “Nomadland” (vincitrice)
  • Kelly Reichardt – “First Cow”
  • Lee Isaac Chung – “Minari”

MIGLIOR SCENEGGIATURA:

  • “Minari” (vincitore)
  • “Nomadland”
  • “Sound of Metal”

MIGLIOR OPERA PRIMA:

  • “The Forty-Year-Old Version” (vincitore)
  • “The Father”
  • “Una donna promettente”

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE:

  • “Wolfwalkers” (vincitore)
  • “Soul”
  • “The Willoughby”

MIGLIOR FILM STRANIERO:

  • “Bacurau” (vincitore)
  • “Another round”
  • “La ragazza d’autunno”

MIGLIOR DOCUMENTARIO:

  • “Collective” (vincitore)
  • “Time”
  • “Crip Camp”
  • “David Byrne’s American Utopia”

ROGERS BEST CANADIAN FILM:

  • “And the Birds Rained Down”
  • “Anne at 13,000 Ft.”
  • “White Lie”

PREMIO CLYDE GILMOUR

  • Jason Ryle

PREMIO JAY SCOTT

  • Kelly Fyffe-Marshall

PREMIO CRITICA EMERGENTE TFCA

  • Mark Hanson
  • Rose Ho

 

 

 

 

 

Gli Eterni: Chloe Zhao sta montando il taglio finale del film Marvel
Gli Eterni: Chloe Zhao sta montando il taglio finale del film Marvel
Oscar 2021: ecco tutte le nomination per la 93esima edizione
Oscar 2021: ecco tutte le nomination per la 93esima edizione
Eternals: le magliette ufficiali mostrano i Devianti e i Celestiali del film Marvel
Eternals: le magliette ufficiali mostrano i Devianti e i Celestiali del film Marvel
Nomadland censurato in Cina per dei commenti passati di Chloé Zhao
Nomadland censurato in Cina per dei commenti passati di Chloé Zhao
Nomadland: il film arriverà in streaming e (forse) al cinema
Nomadland: il film arriverà in streaming e (forse) al cinema
Chloé Zhao: la regista più premiata in una singola stagione di premi
Chloé Zhao: la regista più premiata in una singola stagione di premi
I Golden Globe fanno la storia nominando tre registe donne
I Golden Globe fanno la storia nominando tre registe donne