I Golden Globe fanno la storia nominando tre registe donne

13
3 mesi fa

golden globe

Nel 2018, Natalie Portman ha fatto notizia per aver sottolineato la mancanza di nomination alla regia femminile ai Golden Globe. Mentre era sul palco per presentare il premio per il miglior regista, ha scherzato dicendo ecco tutti i maschi candidati.

Per la prima volta da molto tempo, i Golden Globe hanno compensato quell’omissione e hanno riconosciuto le registe donne. Dopo aver ricevuto molte critiche per aver escluso le donne dalla categoria dei migliori registi negli ultimi sei anni, la Hollywood Foreign Press Association – l’organo di voto dietro lo spettacolo dei premi annuali – ha nominato non una, non due, ma tre donne: Chloé Zhao per Nomadland, Emerald Fennell per Promising Young Woman e Regina King per One Night in Miami. Si sfideranno contro David Fincher per Mank e Aaron Sorkin per Il Processo ai Chicago 7.

È la prima volta nella storia che più di una donna venga riconosciuta nella categoria come miglior regista ai Golden Globe. Prima di quest’anno, una donna era stata nominata solo altre sette volte dalla prima cerimonia nel 1944: Barbra Streisand (nel 1984 per Yentl e nel 1991 per Il principe delle maree), Jane Campion (nel 1994 per The Piano), Sofia Coppola (nel 2004 per Lost in Translation), Kathryn Bigelow (nel 2010 per The Hurt Locker e nel 2013 per Zero Dark Thirty) e Ava DuVernay (nel 2015 per Selma).

In generale, le premiazioni non hanno una storia eccezionale quando si tratta di onorare le donne dietro la telecamera. Gli Oscar hanno nominato solo cinque donne nell’arco di 92 anni: Lina Wertmüller (nel 1976 per Seven Beauties), Jane Campion (nel 1993 per The Piano), Sofia Coppola (nel 2003 per Lost in Translation), Kathryn Bigelow (nel 2009 per The Hurt Locker) e Greta Gerwig (Lady Bird del 2017).

A Hollywood, le registe donne sono ancora ampiamente sottorappresentate. Le donne rappresentavano il 16% dei registi che lavorano ai 100 film di maggior incasso nel 2020, un miglioramento dal 12% nel 2019 e dal 4% nel 2018. Eppure è un segno che l’industria dell’intrattenimento è molto indietro rispetto alla parità di genere.

La nomination di Zhao per Nomandland, un film con Frances McDormand, la rende la prima donna di origine asiatica ad essere nominata come miglior regista. La Streisand è l’unica donna ad aver mai vinto il Golden Globe come miglior regista. Ma questo potrebbe cambiare il 28 febbraio, quando ci saranno le nuove premiazioni.

 

 

Gli Eterni 2 sarebbe già in fase di sviluppo alla Marvel
Gli Eterni 2 sarebbe già in fase di sviluppo alla Marvel
Dracula: Chloé Zhao presenta il suo prossimo film
Dracula: Chloé Zhao presenta il suo prossimo film
Oscar 2021: Chloé Zhao viene oscurata dalla Cina
Oscar 2021: Chloé Zhao viene oscurata dalla Cina
Nomadland: l'uscita nei cinema italiani è il 29 aprile
Nomadland: l'uscita nei cinema italiani è il 29 aprile
Gli Eterni: Chloe Zhao sta montando il taglio finale del film Marvel
Gli Eterni: Chloe Zhao sta montando il taglio finale del film Marvel
Oscar 2021: ecco tutte le nomination per la 93esima edizione
Oscar 2021: ecco tutte le nomination per la 93esima edizione
Nomadland: il film arriverà in streaming e (forse) al cinema
Nomadland: il film arriverà in streaming e (forse) al cinema