Google Meet, green room per i check audio-video prima della riunione

6 mesi fa

A volte può essere difficile conoscere lo stato del proprio setup audio-video prima di una conferenza. Google Meet tende la mano ai suoi utenti introducendo la funzione “green room” che permette di testare a 360 gradi la propria postazione per evitare poi figuracce, magari durante una conference call di lavoro.

Da oggi è infatti disponibile la funzione green room per la versione desktop web della piattaforma che permette all’utente di controllare il proprio aspetto e le condizioni di microfono e webcam prima di cominciare una conferenza con Meet.

Ora, quindi, prima di iniziare una conferenza, all’interno del solito “Pronto per partecipare” appare un piccolo pulsante sotto il video che dice: “Controllare il tuo audio e video”. Basta fare un click sopra e una finestra pop-up non solo mostrerà la tua immagine a video, ma permetterà di testare e/o cambiare microfono e altoparlanti.

Il pulsante “avanti” permette inoltre di registrare un breve video test di sei secondi che mostra come si apparirà di fronte alle altre persone della riunione. Secondo Google, la clip è privata e non verrà salvata in alcun modo. Microfono, altoparlante, fotocamera e connessione vengono controllati dal sistema e ottengono segni di spunta verdi se funzionano bene.

Mentre fino ad oggi era possibile vedere come si appare nell’iniziale “Pronto per partecipare?” la nuova “stanza verde” di Meet può rivelarsi ancora più utile ed efficace. Ad esempio, si può testare varie forme di illuminazione, verificare se l’audio del laptop è migliore o peggiore di quello delle cuffie e assicurarti di avere un bell’aspetto prima dell’inizio della riunione con colleghi, amici o familiari.

La nuova funzione “green room” di Google Meet dovrebbe essere disponibile per tutti entro le prossime due settimane. Mentre dovrebbe essere già disponibile per gli utenti Google Workspace Essentials, Business Starter, Business Standard, Business Plus, Enterprise Essentials, Enterprise Standard ed Enterprise Plus. Inoltre, sarà disponibile anche per i clienti G Suite Basic, Business, Education, Enterprise for Education e Non profit.

 

Google fornirà spiegazioni sui risultati delle ricerche
Google fornirà spiegazioni sui risultati delle ricerche
Google One unificherà i backup su Android
Google One unificherà i backup su Android
Google annuncia la modalità HTTPS-first per la ricerca sicura
Google annuncia la modalità HTTPS-first per la ricerca sicura
Google costretta a pagare mezzo miliardo di euro dall'antitrust francese
Google costretta a pagare mezzo miliardo di euro dall'antitrust francese
iOS: l'app di Google contiene un gioco segreto
iOS: l'app di Google contiene un gioco segreto
Facebook, Google, TikTok e Twitter si uniscono alla lotta contro gli abusi verso le donne
Facebook, Google, TikTok e Twitter si uniscono alla lotta contro gli abusi verso le donne
Google al centro di un'indagine per violazione antitrust per le sue pubblicità
Google al centro di un'indagine per violazione antitrust per le sue pubblicità