Heath Ledger: la sua innegabile eredità cinematografica

37
10 mesi fa

heath ledger

Heath Ledger ci ha lasciati 13 anni fa, ripercorriamo insieme la sua eredità cinematografica e come ha influenzato il cinema negli anni successivi.

Il 22 gennaio 2021 segna 13 anni da quando il mondo ha perso il prolifico interprete Heath Ledger, un artista tragicamente morto all’età di 28 anni. L’attore avrebbe compiuto 42 anni quest’anno. L’eredità cinematografica di Ledger ha lasciato un segno indelebile non solo su Hollywood ma nel resto del mondo. Mentre è indiscusso che Hollywood debba molto a Ledger, ripercorriamo il viaggio della leggenda da semplice attore non protagonista nel cinema australiano indipendente a celebrità.

Come lo ha descritto Alan Scott, Ledger era un uomo intenso e interessato. Ledger ha fatto varie apparizioni in ruoli diversi in Ship to Shore, Roar, Blackrock, 10 cose che odio di te e molti altri. È stato solo quando ha interpretato Ennis Del Mar nel film di Ang Lee, Brokeback Mountain del 2005 che il vero potenziale di Heath si è realizzato. Ha fornito una performance fenomenale nei panni del capo del ranch che è intrappolato tra il suo amore per il suo collega Jack Twist, interpretato da Jake Gyllenhaal e la società intrinsecamente omofoba, nonché i suoi doveri verso la sua famiglia. A 26 anni, è stato il nono candidato più giovane ad aver ricevuto una nomination all’Oscar.

I maestosi silenzi che prevalgono nel film sono un prodotto del genio creativo di Ledger; i dialoghi risultano così pieni di passione ed eloquenza. La mancanza di parole che Ennis ha dovuto esprimere, la sua incapacità di amare hanno reso il suo ruolo indimenticabile.

Brokeback Mountain ha dimostrato l’inizio di qualcosa di nuovo per Ledger. Dopo la sua splendida interpretazione, ha interpretato uno dei sei lati, precisamente il lato romantico di Bob Dylan, come artista meditabondo nel film di Todd Haynes, del 2007 I’m Not There.

L’ultima sfida di Ledger è arrivata quando ha interpretato il leggendario e psicotico Joker in The Dark Knight di Christopher Nolan, che ha richiesto la massima dedizione e pratica per perfezionare la sua interpretazione.

Why so serious?

Ledger aveva sempre sofferto di insonnia. Il suo già travagliato ciclo del sonno è stato ancora più turbato dal ruolo fisicamente e mentalmente drenante di Joker. Nella sua ultima conversazione con la sorella e mentore Katie, quando quest’ultima lo ha avvertito di non mescolare farmaci senza conoscerne le ripercussioni, Ledger l’ha semplicemente rassicurata. Poche ore dopo, è stato scoperto senza vita nel suo appartamento.

Il genio di Ledger rimane impareggiabile. Il suo ruolo di Joker è stato lasciato in eredità e ribadito da Jared Leto e dal talentuoso Joaquin Phoenix. Tuttavia, il Joker di Ledger è iconico; trascende il film stesso. La sua mente era il suo più grande dono e il suo più grande nemico, come ha detto Gary Oldman.

Sebbene Hollywood sia stato privato del genio e dello stupendo talento di Heath Ledger, continua a vivere nei cuori dei propri cari e dei fan che sono stati toccati dalla sua brillante personalità e dalla capacità di rendere palpabili le emozioni del suo personaggio. Una leggenda scomparsa troppo presto.

 

 

 

Ambulance: trailer italiano e foto del nuovo film di Michael Bay
Ambulance: trailer italiano e foto del nuovo film di Michael Bay
Ambulance: il trailer del nuovo film di Michael Bay
Ambulance: il trailer del nuovo film di Michael Bay
The Guilty, la recensione del remake danese con Jake Gyllenhaal
The Guilty, la recensione del remake danese con Jake Gyllenhaal
The Guilty: il trailer del film Netflix con Jake Gyllenhaal in uscita a ottobre
The Guilty: il trailer del film Netflix con Jake Gyllenhaal in uscita a ottobre
The Guilty: il teaser trailer del film Netflix con Jake Gyllenhaal
The Guilty: il teaser trailer del film Netflix con Jake Gyllenhaal
Jake Gyllenhaal pensa che farsi la doccia sia sopravvalutato
Jake Gyllenhaal pensa che farsi la doccia sia sopravvalutato
Il Padrino, Elisabeth Moss nel film sulla realizzazione del capolavoro di Coppola
Il Padrino, Elisabeth Moss nel film sulla realizzazione del capolavoro di Coppola