L’Europa si prepara a gettare le basi del “passaporto dei vaccini”

2 mesi fa

Per combattere il Coronavirus, l’Europa inizia a costruire una rete organizzativa utile a stillare dei “passaporti dei vaccini”.

L’Unione Europea ogni tanto finisce ingarbugliata in fraintendimenti burocratici dovuti alle numerose legislazioni dei Paesi Membri, tuttavia oggi, 19 gennaio, la Commissione UE ha fatto passi importanti per predisporre che ogni cittadino possa accedere a una documentazione internazionale con cui attestare i vaccini a cui si é sottoposto.

I certificati delle vaccinazioni permetteranno di tenere un registro chiaro della storia delle vaccinazioni di ogni individuo, così da assicurare le giuste attenzioni mediche e da poter monitorarne i possibili effetti collaterali. […]

Un approccio comune dell’UE verso certificati affidabili, fidati e verificabili permetterebbero alle persone di usare i loro registri in altri Stati Membri. Nonostante sia prematuro prevedere come l’uso dei certificati dei vaccini per scopi diversi dalla protezione della salute, un approccio dell’UE potrebbe in futuro facilitare altre applicazioni transnazionali di certificati omologhi,

riporta il testo pubblicato dal Concilio europeo.

La proposta é attualmente più una traccia di massima, una dichiarazione di intenti, che un vero e proprio progetto attualizzabile. Non si sa infatti che genere di forma dovrebbe prendere un simile “passaporto”, se cartacea o digitale, ma neppure chi dovrebbe vigilare sulla raccolta dei dati, se un organo centrale o i singoli Governi.

L’intenzione é quella di iniziare a intavolare una soluzione comune e condivisa entro fine gennaio, così da poter risolvere i carteggi riguardanti i vaccini il prima possibile, il tutto nel rispetto delle leggi sulla privacy condivisi dall’intera Europa.

I legislatori della Commissione sono nondimeno ottimisti sul raggiungimento di un accordo. Lo sono a tal punto che si dicono pronti a inoltrare una copia della documentazione all’Ordine Mondiale della Sanità (OMS), proponendo così un patentino che potrebbe essere adottato dal mondo intero.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Coronavirus, il Texas da il via alle riaperture e dice addio alle mascherine
Coronavirus, il Texas da il via alle riaperture e dice addio alle mascherine
Vaccini, Austria e Danimarca vogliono fabbricarli al di fuori dell'UE
Vaccini, Austria e Danimarca vogliono fabbricarli al di fuori dell'UE
Covid-19, negli Stati Uniti i vaccinati hanno superato quota 43.6 milioni
Covid-19, negli Stati Uniti i vaccinati hanno superato quota 43.6 milioni
San Marino si prepara un piano B e punta al vaccino Sputnik V
San Marino si prepara un piano B e punta al vaccino Sputnik V
OMS, "molto improbabile" che Covid-19 sia nato in laboratorio a Wuhan
OMS, "molto improbabile" che Covid-19 sia nato in laboratorio a Wuhan
Tra i vari pericoli del coronavirus c'è il possibile calo della fertilità maschile
Tra i vari pericoli del coronavirus c'è il possibile calo della fertilità maschile
Pfizer, Israele scopre che una singola dose di vaccino non basta
Pfizer, Israele scopre che una singola dose di vaccino non basta