Cielo di novembre: favorevole l’osservazione delle Leonidi e di Mercurio

13
2 anni fa

Cielo di novembre

Lo sciame delle Leonidi nel cielo di novembre toccherà l’apice il giorno 17 del mese in prossimità del novilunio e Mercurio ci regalerà un passaggio davanti al Sole.

Le Leonidi saranno facilmente osservabili nel cielo di novembre grazie all’assenza della Luna, si stima che potranno esserci almeno 10-15 meteore all’ora nella fase del picco che si registrerà il 17 novembre. A far loro compagnia ci saranno anche le meteore delle Tauridi. Tra i pianeti purtroppo si allontanerà Marte ma Mercurio regalerà uno spettacolo particolare.

Le Leonidi sono i resti della cometa Temple-Tuttle. Sono famose per la pioggia di meteore che provocano ogni 33 anni. L’ultima apparizione spettacolare è avvenuta nel 1998 quindi anche gli astronomi confermano che quest’anno sarà comunque blanda durante i picchi di massima attività.

Un altro altro sciame caratteristico del cielo di novembre è quello originato dalla Cometa Encke che si divide in due componenti: Tauridi Sud e Tauridi Nord, i picchi si verificheranno nelle notti del 5 novembre per le Tauridi Sud e del 12 novembre per le Tauridi Nord.

Mentre Marte piano piano col passare dei giorni si allontanerà risultando sempre meno luminoso lascerà il passo di nuovo a Giove.

Ma il giorno 11, con l’aiuto di una buona attrezzatura, sarà possibile osservare Mercurio che passa davanti al Sole.

Mercurio apparirà molto piccolo e sarà un piccolo dischetto nero mentre passa davanti al sole ed è per questo che bisognerà utilizzare un binocolo o un telescopio ed è assolutamente necessario utilizzare filtri opportuni. 

 

 

Perseverance: le ultime scoperte nei crateri marziani
Perseverance: le ultime scoperte nei crateri marziani
Marte: trovare tracce di microrganismi potrebbe essere più probabile
Marte: trovare tracce di microrganismi potrebbe essere più probabile
Ingenuity: un oggetto non identificato si è attaccato al drone-elicottero su Marte
Ingenuity: un oggetto non identificato si è attaccato al drone-elicottero su Marte
Marte: nuove conferme della presenza di acqua liquida
Marte: nuove conferme della presenza di acqua liquida
Marte: il rover Zhurong ha scoperto tracce di antichi mari
Marte: il rover Zhurong ha scoperto tracce di antichi mari
Marte: rocce contenenti molecole organiche trovate da Perseverance
Marte: rocce contenenti molecole organiche trovate da Perseverance
Marte: le rocce ci racconteranno la storia del pianeta rosso
Marte: le rocce ci racconteranno la storia del pianeta rosso

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.