Truth Seekers, la recensione: una commedia soprannaturale con un’atmosfera X-Files

33
2 anni fa

8 minuti

Truth Seekers

La recensione di Truth Seekers, la nuovissima serie TV di Amazon Prime Video disponibile dal 30 Ottobre con protagonisti Simon Pegg-Nick Frost, Nick Frost, Malcolm McDowell e Samson Kayo.

Chiariamo subito una cosa. Se stai scalpitando per la tua prossima dose di chimica Simon PeggNick Frost (e francamente, chi non lo è?), dalla recensione di Truth Seekers capirete che non è così. I compadres del Cornetto sono per lo più tenuti separati in questo simpatico show, Frost guida i compiti principali e Pegg assume un ruolo chiave di supporto.

Ma in molti modi, scrivendo insieme a Nat Saunders e James Serafinowicz, le impronte di Pegg e Frost sono ovunque in questo mash-up di commedia soprannaturale che frega scenari di film di genere contro una sensibilità molto britannica – quando è stata l’ultima volta che un film di Blumhouse ha menzionato patatine e cocktail di gamberi, un Happy Eater e The Chase?

 

 

Frost è Gus Roberts, un ingegnere di installazione a banda larga per l’impero delle comunicazioni Smyle che funge anche da investigatore paranormale amatoriale che gestisce un canale YouTube poco seguito come The Truth Seeker e sogna di realizzare le pagine della rivista soprannaturale The White Sheet (da non confondere con il periodico neonazista The White Sheets). Gus vive con il suo irascibile padre (Malcolm McDowell) e si lamenta praticamente di tutto con il suo capo Dave (Pegg), che regolarmente loda Gus come uno dei dipendenti chiave nella divisione di Smyle.

 

truth seekers

 

Nella premiere, Gus ottiene un nuovo partner di lavoro di nome Elton (Samson Kayo) e tutto cambia. Elton (cognome John, che ci crediate o no) sembra possedere un’energia soprannaturale unica che eleva rapidamente il profilo online di Gus. Ad esempio, Gus ascolta una frequenza che ha trasmesso ripetutamente lo stesso numero, un vero fenomeno noto come stazioni dei numeri, che è stato scoperto in tutto il mondo dalla prima guerra mondiale.

 

recensione di truth seekers

 

Il numero 1 che Gus ha sentito ripetutamente per tanto tempo aggiunge improvvisamente un 5 dopo che Elton ha detto quel numero. Gus sente che c’è qualcosa di insolito in Elton, e lo coinvolge nelle sue avventure di caccia ai fantasmi, a cui presto si unisce un terzo membro di nome Astrid (Emma D’Arcy), che ha anche un legame con il soprannaturale, e la sorella agorafobica di Elton, Helen (Susan Wokoma) si unisce inevitabilmente al divertimento. Anche il caro vecchio papà viene coinvolto a modo suo in questa squadra di acchiappafantasmi virali.

Prima che tu te ne accorga, Gus, Elton e Astrid sono veri e propri cacciatori del soprannaturale.

Anche nella premiere, Gus ed Elton vanno a riparare la banda larga a casa di una vecchia signora e scoprono che il cane di famiglia potrebbe non essere mai trapassato del tutto.

 

recensione di truth seekers

 

 

 

 

Il fascino vintage della verticalità

Per gran parte della stagione, Truth Seekers generalmente alterna un nuovo caso a ogni episodio con una trama più ampia su una figura di spicco nella comunità soprannaturale chiamata Dr. Peter Toynbee (Julian Barratt), ma alcuni dei casi individuali iniziano a legarsi alla storia più ampia, facendo sembrare Truth Seekers un po ‘come un film di 4 ore.

Più che un semplice esperto di aldilà e realtà ideali, il dottor Toynbee risulta essere più vicino a un leader di una setta, spingendo i suoi seguaci in situazioni sempre più pericolose mentre si scatena con poteri che nessun mortale dovrebbe avere.

Nanobot, stazioni numeriche, alcuni riferimenti a They Live, persino il nome Toynbee (un riferimento al mistero delle piastrelle Toynbee), tutto inizia a sembrare un elenco di storie virali su misteri inspiegabili che prendono vita.

Come abbiamo accennato, la riconversione di Simon Pegg e Nick Frost per una commedia horror / fantascientifica suona inizialmente come un progetto che potrebbe riconquistare il successo della loro trilogia di film con Edgar Wright (Shaun of the Dead, Hot Fuzz, The World’s End), ritrovando in poche scene quel livello di brillantezza nella nuova serie di otto episodi Amazon Truth Seekers.

Sebbene Pegg e Frost abbiano co-creato la serie con James Serafinowicz e Nat Saunders (il quartetto ha scritto tutti gli otto episodi), la presenza sullo schermo di Pegg è minima, con Frost come protagonista chiaro. Come abbiamo detto, interpreta Gus Roberts, il numero uno installatore di banda larga presso il provider di servizi Internet Smyle, il che significa che è davvero bravo ad aiutare le persone quando il loro wi-fi non funziona.

Durante le sue visite lavorative si ritrova a indagare su fenomeni paranormali intorno alla piccola città di Coventry e nelle vicinanze. Soprattutto quando gli viene assegnato il nuovo apprendista al lavoro Elton che è costretto ad affiancare le sue indagini.

 

 

Presto i due si imbattono in fantasmi e altre strane manifestazioni apparentemente ovunque vadano, e si ritrovano ad aiutare con fantasmi e strane presenze la traumatizzata Astrid, che diventa il terzo membro de facto della loro squadra dopo che l’hanno aiutata a esorcizzare i fantasmi che la stanno seguendo.

Gli episodi di mezz’ora bilanciano casi individuali (spesso a partire da un set aperto a freddo in stile X-Files qualche volta nel passato) con le trame in corso, incluso il misterioso passato soprannaturale di Gus ed Elton. La moglie di Gus, un’accademica che ha studiato i fenomeni paranormali, è morta improvvisamente 10 anni prima, ed Elton fa frequenti allusioni vaghe ad alcuni traumi personali che potrebbero riguardare la sua attuale connessione con il soprannaturale.

 

 

 

 

Attenti a quei due!

Il nostro cattivo, come già accennato, è un rinomato ricercatore paranormale e teorico della cospirazione Dr. Peter Toynbee (Julian Barratt), che Gus idolatra ma che sta chiaramente perseguendo una sorta di sinistro programma legato all’occulto. Il cast di supporto include Malcolm McDowell nei panni del padre irritabile e solitario di Gus Richard, Susie Wokoma nei panni della sorella nevrotica e agorafobica di Elton Helen, e Pegg nei panni del simpatico, imbarazzante supervisore di Smyle Dave, che generalmente si presenta in una o due scene per episodio (anche se potrebbe hanno una maggiore connessione con il paranormale di quanto non sembri inizialmente).

È davvero la chimica tra Frost e Kayo che guida la serie, con Gus come entusiasta ed Elton come il suo partner riluttante ma affabile

È davvero la chimica tra Frost e Kayo che guida la serie, con Gus come entusiasta ed Elton come il suo partner riluttante ma affabile, che sembra trovare sempre il passaggio segreto o il messaggio nascosto che conduce il duo alla loro ultima scoperta. Lo spettacolo diventa più divertente man mano che i vari personaggi centrali si uniscono, costruendo la squadra nel corso della prima metà della stagione. Astrid, Helen e Richard giocano a vicenda insieme alla coppia principale in modi divertenti, ognuno portando la propria simpatica energia alle indagini.

Truth Seekers è pieno di umorismo, ma non è una parodia e i creatori (incluso il regista Jim Field Smith, che ha diretto ogni episodio) prendono sul serio gli elementi dell’orrore quando si presentano. Ci sono molti momenti davvero raccapriccianti, specialmente con i fantasmi che affliggono Astrid e le azioni sempre più sadiche del dottor Peter Toynbee (che viene sempre indicato con il suo nome completo e titolo).

 

ì

 

 

 

 

Quando la commedia incontra l’horror

È divertente vedere Gus ed Elton incontrare qualche strana presenza paranormale quando stanno solo cercando di aggiustare la ricezione via cavo di una vecchia signora, ma è meno divertente quando si trovano di fronte a forze pericolose che potrebbero distruggere il mondo. Ovviamente, quel tipo di escalation era un punto fermo dei film di Pegg / Frost / Wright, ma Wright è più un cineasta sicuro e distintivo di Smith, un veterano della TV senza uno stile distintivo.

Le battute sono più verbali che visive

Le battute sono più verbali che visive, anche se c’è un momento molto divertente che introduce Richard sullo sfondo di una scena accompagnata da una musica inquietante, poiché sembra levitare dietro Gus ma in realtà si trova solo sulla sua sedia motorizzata su per le scale. Forse da una parte ci sarebbero voluti più pezzi del genere per rendere più vera la parte della commedia, dall’altra invece le parti horror andavano approfondite per dare una maggior partecipazione.

Gli episodi spesso si aprono in modi sorprendenti, dalla seconda guerra mondiale agli eretici del XVII secolo ai bambini che giocano a GoldenEye sul N64, e c’è l’ambizione di girare una narrazione più ampia all’interno di un formato spettrale della settimana.

A differenza della maggior parte delle commedie horror, Truth Seekers non lesina sugli spaventi.

In conclusione della recensione di Truth Seekers non possiamo fare altro che ritenerci soddisfatti. Un prodotto diverso ed originale, sebbene non perfetto, che sa fare il suo lavoro. Una proposta sicuramente interessante per questo periodo dell’anno.

 

 

Truth Seekers sarà disponibile su Amazon Prime Video il 30 ottobre

 

Gli Anelli del Potere episodio 5, la recensione: la guerra sta per cominciare
Gli Anelli del Potere episodio 5, la recensione: la guerra sta per cominciare
The Devil’s Hour: il trailer della serie Prime Video con Peter Capaldi
The Devil’s Hour: il trailer della serie Prime Video con Peter Capaldi
Lupin III vs Cat's Eye: teaser trailer e poster del film d'animazione crossover
Lupin III vs Cat's Eye: teaser trailer e poster del film d'animazione crossover
Sono Lillo: la serie original di Prime Video con Lillo Petrolo
Sono Lillo: la serie original di Prime Video con Lillo Petrolo
Gli Anelli del Potere episodio 4, la recensione: Visioni e presagi
Gli Anelli del Potere episodio 4, la recensione: Visioni e presagi
Gli Anelli del Potere episodio 3, la recensione: la costruzione del mondo continua
Gli Anelli del Potere episodio 3, la recensione: la costruzione del mondo continua
Blade Runner 2099: tutte le info ufficiali sulla serie sequel di Prime Video
Blade Runner 2099: tutte le info ufficiali sulla serie sequel di Prime Video