Coronavirus: perdita rapida degli anticorpi negli asintomatici

113
7 mesi fa

coronavirus

In base a una recente ricerca, i positivi al coronavirus asintomatici perderebbero molto più rapidamente gli anticorpi rispetto a chi presenta sintomi.

Lo studio sarebbe avvenuto nel Regno Unito (e commissionato dal governo britannico stesso), dove un team di ricercatori dell’Imperial College di Londra in collaborazione con Ipsos MORI avrebbe studiato a fondo le risposte immunologiche a seguito dell’infezione da coronavirus.

Secondo questa ricerca, si sarebbe evidenziato come gli anticorpi delle persone positive a SARS-CoV-2 diminuiscano progressivamente a seguito dell’infezione.

Altro dato importante e discriminante a tal proposito è il fattore età: è stata riscontrata una diminuzione degli anticorpi più lenta negli individui d’età compresa tra i 18 e i 24 anni, rispetto agli anziani di oltre 75 anni. Il campione di persone, circa 365’000 individui selezionati casualmente tra la popolazione britannica, avrebbe mostrato un calo degli anticorpi nel periodo compreso tra giugno e settembre pari a circa il 26.5% tra i positivi.

Così facendo, la percentuale di popolazione britannica dotata di anticorpi contro SARS-CoV-2 sarebbe diminuita al 4.4%, contro il 6% dei dati precedenti. Non ci resta a questo punto che attendere ulteriori studi a riguardo, che siamo certi non tarderanno a venire nel corso dei prossimi mesi.

 

Coronavirus: negli USA si inizia a pagare la gente perché accetti la vaccinazione
Coronavirus: negli USA si inizia a pagare la gente perché accetti la vaccinazione
Coronavirus: in Regno Unito si fanno rave senza mascherina, per scopi scientifici
Coronavirus: in Regno Unito si fanno rave senza mascherina, per scopi scientifici
Selena Gomez vuole che Mario Draghi doni i vaccini in eccesso "a chi ne ha bisogno"
Selena Gomez vuole che Mario Draghi doni i vaccini in eccesso "a chi ne ha bisogno"
Pfizer: probabilmente sarà necessaria una terza iniezione
Pfizer: probabilmente sarà necessaria una terza iniezione
Coronavirus, chi si informa su TV e social ne sa meno
Coronavirus, chi si informa su TV e social ne sa meno
Covid, la vergogna contribuisce a non denunciare le infezioni
Covid, la vergogna contribuisce a non denunciare le infezioni
La pandemia ha acuito il senso di solitudine, soprattutto nelle donne
La pandemia ha acuito il senso di solitudine, soprattutto nelle donne