Artico, raggiunta temperatura record

114
27 Luglio

Con 21.7 gradi Celsius, la temperatura dell’arcipelago artico norvegese supera ogni record registrato in passato.

Il centro meteorologico del Paese scandinavo ha riportato per due giorni consecutivi una temperatura superiore ai 21.2 gradi, ma ieri, verso le sei del pomeriggio, il termometro è salito fino a surclassare i 21.3 gradi che si erano toccati nel lontano 1979. La temperatura normale in questo periodo dovrebbe essere tra i cinque e gli otto gradi.

Nell’Artico, Luglio è il mese più rovente dell’anno, ma l’ondata di calore ha ulteriormente aggravato il problema del progressivo innalzamento della temperatura. L’intera regione ha infatti vissuto un 2020 carico di alterazioni climatiche, arrivando a oltrepassare di cinque gradi la media rispetto agli anni passati.

Stando alla Società Meteorologica Americana, il riscaldamento globale sta colpendo i ghiacci artici con il doppio della violenza, se si paragonano i dati atmosferici scandinavi con quelli del resto del mondo.

 

 

Solo l’anno scorso, il Norwegian Centre for Climate Services (NCCS) segnalava con un report allarmante che per colpa delle emissioni di gas serra le temperature dell’arcipelago sono destinate ad alzarsi di circa dieci gradi, tra il 2070 e il 2100.

L’isola di Spitzbergen, l’unica abitata dell’intero arcipelago, è famosa per i suoi orsi polari, ma anche per i suoi giacimenti di carbone, la fonte energetica più inquinante e pericolosa, sul piano del cambiamento climatico.

Nonostante questa consapevolezza, l’industria energetica fatica a riconvertirsi in direzione delle energie rinnovabili e, in alcuni casi, compie un’ostracismo attivo per far sì che le cose non cambino.

In pieno periodo pandemico aveva per esempio fatto clamore la dichiarazione del presidente statunitense Donald Trump di voler puntare sulle centrali energetiche alimentate a carbone per tener testa alla minaccia industriale rappresentata dalla Cina.

Fortunatamente, come spesso capita con Trump, la promessa non è stata mantenuta e sia le miniere che le centrali statunitensi stanno proseguendo il naturale declino della loro attività.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Aree Tematiche
Natura News Scienze
Tag
lunedì 27 Luglio 2020 - 8:16
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd