Twitter, perché l’account di Donald Trump non è stato preso dagli hacker

17 Luglio

Nella notte tra il 15 e il 16 luglio, un gruppo di hacker è riuscito a prendere il controllo degli account più seguiti e influenti di Twitter. Con un’unica eccezione: il profilo di Donald Trump è rimasto immacolato.

L’attacco contro Twitter non ha risparmiato il suo sfidante alle elezioni di novembre, Joe Biden, né il suo predecessore Barack Obama. In totale i profili rubati sono stati oltre cento.

Il New York Times e The Verge hanno provato ad ipotizzare le ragioni per le quali l’account di Donald Trump non sia stato compromesso. Verosimilmente, sarebbe stato uno dei bersagli più ghiotti per gli hacker.

Il quotidiano ha spiegato, che dopo un incidente passato, l’account di Donald Trump gode di un livello di protezione aggiuntiva. Nel 2017 un dipendente del social network, durante il suo ultimo giorno prima della scadenza del contratto, aveva disattivato l’account del Presidente in segno di sfregio. L’account era rimasto oscurato per appena 11 minuti, quanto basta per convincere il social network a prendere misure straordinarie.

Ieri erano trapelate online le immagini del pannello di controllo usato dai moderatori del social network, tra le tante rivelazioni, c’era anche la presenza di una categoria di account definiti “protetti”. Ci sono diverse teorie: non sappiamo se si tratti di un’immunità particolare —che proteggerebbe un certo account anche in caso di violazioni delle policy— o se, appunto, si tratterebbe di una tipologia di account che, per ragioni di sicurezza, non può essere toccata dai moderatori sprovvisti di poteri speciali.

Quest’ultima ipotesi, alla luce delle rivelazioni del New York Times, sembra più corretta.

Un’altra ipotesi è che, al di là delle misure di protezione, gli hacker non avessero intenzione di prendere il controllo del profilo di Trump perché la mossa avrebbe rischiato di far scattare un interesse da parte di FBI e CIA più “morboso”. Poco importa, perché l’FBI, a prescindere dalla non compromissione dell’account del Presidente, ha comunque aperto un’indagine, e ora anche la politica americana sta chiedendo maggiori spiegazioni sull’accaduto a Twitter.

Sull’argomento: 

 

 

Aree Tematiche
News Tecnologie
Tag
venerdì 17 luglio 2020 - 10:37
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd