Kongonaphon Kely: il mini dinosauro scoperto in Madagascar

9 mesi fa

Kongonaphon Kely è un antenato dei grandi dinosauri di dimensioni decisamente ridotte ed è stato scoperto in Madagascar.

Kongonaphon Kely significa “piccolo cacciatore di insetti” alto solo 10 centimetri aveva le dimensioni complessive di una tazza di caffè.

Incredibile immaginare questo minidinosauro considerate le dimensioni mastodontiche di quelli che sono più “famosi”.

Il minuscolo cacciatore di insetti viveva in Madagascar circa 237 milioni di anni fa durante il periodo del Triassico e gli scienziati lo hanno associato all’antico gruppo Ornithodira ossia gli antenati comuni di tutti i dinosauri e gli pterosauri.

La percezione generale è che i dinosauri siano giganti

afferma il paleontologo Christian Kammerer del North Carolina Museum of Natural Sciences.

 

 

Come si sono evolute tali creature colossali da origini così modeste?

La risposta non è ancora del tutto chiara anche perché sono stati ritrovati pochi esemplari piccoli di Ornithodira.

Questa scoperta è quindi non solo curiosa, ma anche scientificamente molto significativa. Le ossa di Kongonaphon Kely sono state trovate per la prima volta durante i lavori sul campo nel 1998 in un sito nel sud-ovest del Madagascar, insieme ai resti di centinaia di altri esemplari antichi.

Ci è voluto un po’ di tempo prima che potessimo concentrarci su queste ossa, ma una volta fatto, era chiaro che avevamo qualcosa di unico e che valeva la pena concentrarsi su esse.

afferma il paleontologo John Flynn dell’American Museum of Natural History.

Kongonaphon Kely è la specie più piccola conosciuta in una famiglia di primi dinosauromorfi chiamata Lagerpetidae. Questi primi esempi di Ornithodira sono noti per essere piccoli, ma con scoperte recenti come la piccola cacciatrice di insetti, i ricercatori stanno arrivando all’idea che le dimensioni ridotte degli esemplari scoperti non siano un caso.

È possibile che questi antenati dei dinosauri e pterosauri dalle dimensioni ridotte siano riusciti grazie alle loro caratteristiche a

invadere nicchie ecologiche non precedentemente occupate dagli arcosauri

e ciò ha rappresentato un vantaggio evolutivo.

Inoltre nel “passaggio” evolutivo attraverso questo piccolo corpo Kongonaphon Kely e gli altri archosauri dell’epoca possono aver sbloccato e sviluppato altri tratti che sarebbero diventati un pilastro della sopravvivenza dei loro discendenti: innovazioni nel movimento bipede, origini della lanugine per scaldare piccoli corpi e persino l’inizio del volo.

Da un piccolo corpo sono iniziate grandissime cose.