Grande Muraglia cinese: non è stata costruita tutta per tenere fuori gli invasori

37
10 mesi fa

Non tutta la Grande Muraglia cinese è stata costruita per tenere lontani gli invasori: il segmento settentrionale serviva per monitorare i movimenti civili.

Quando i ricercatori hanno mappato completamente per la prima volta la Northern Line di 740 chilometri della Grande Muraglia cinese, i loro risultati hanno messo in discussione le precedenti ipotesi dal momento che questa parte non sembrava fosse stata costruita per tenere lontani gli invasori, ma piuttosto per monitorare i movimenti civili.

Prima della nostra ricerca, la maggior parte delle persone pensava che lo scopo della Grande Muraglia fosse quello di fermare l’esercito di Genghis Khan

ha detto Gideon Shelach-Lavi dell’Università ebraica di Gerusalemme, che ha guidato lo studio durato due anni.

La Northern Line è bassa e vicina ai sentieri e questo indica funzioni non militari.

Ma la Northern Line, che si trova principalmente in Mongolia, si snoda attraverso valli, è relativamente bassa in altezza e vicina ai sentieri, indicando funzioni non militari.

 

Vista aerea di una parte della linea settentrionale della Grande Muraglia cinese. (Università Ebraica)

 

La nostra conclusione è che si trattava più di monitorare o bloccare i movimenti di persone e bestiame, forse di tassarli

ha detto Shelach-Lavi.

Le persone forse si spostavano verso pascoli meridionali più caldi durante un periodo di freddo medievale.

La costruzione della Grande Muraglia, che è divisa in sezioni che si estendono per migliaia di chilometri, iniziò nel III secolo a.C. e proseguì per secoli.

La Northern Line, conosciuta anche come “Genghis Khan’s Wall” in riferimento al leggendario conquistatore mongolo, fu costruita tra l’XI e il XIII secolo con terra battuta e punteggiata da 72 strutture in piccoli ammassi.

Shelach-Lavi e il suo team di ricercatori israeliani, mongoli e americani hanno usato droni, immagini satellitari ad alta risoluzione e strumenti archeologici tradizionali per mappare il muro e trovare artefatti che hanno contribuito a fissare le date.

Secondo Shelach-Lavi, i cui risultati dello studio in corso sono stati pubblicati sulla rivista Antiquity, la Northern Line è stata ampiamente trascurata dagli scienziati contemporanei.

 

 

 

Le Sette Meraviglie del Mondo (moderno)
Le Sette Meraviglie del Mondo (moderno)
Le Sette Meraviglie del Mondo (moderno)
Le Sette Meraviglie del Mondo (moderno)