The Office: gli autori volevano che Michael Scott uccidesse una collega

3 Giugno 2020

the office

In The Office il personaggio di Michael Scott, interpretato da Steve Carell, ha rischiato di avere una brusca sterzata dark, uccidendo una persona.

The Office è sicuramente una delle comedy più famose e divertenti degli ultimi anni, ma per poco non ha avuto una svolta oscura, per via di alcuni autori che volevano che il personaggio interpretato da Steve Carell, Michael Scott, uccidesse una collega. Sembra in effetti incredibile per chi ha seguito lo show, ma è stata un’ipotesi che diversi autori avrebbero davvero voluto prendere in considerazione, prima che Greg Daniels, principale co-autore e showrunner, desse il definitivo no.

Ne ha parlato proprio Daniels durante una recente intervista:

 

Ci sono stati alcuni momenti in cui gli autori si fissavano con uno scherzo, e ho dovuto dire chiaramente di no. Ad esempio volevano davvero che Michael uccidesse Meredith investendola con la macchina. In una delle prime bozze, dopo averla investita, Michale torna indietro, prende un cric e finisce il lavoro. Ma io pensavo “Non potete farlo, è una follia!”

 

Michael effettivamente investe Meredith nel primo episodio della quarta stagione, il che fa anche da gag ricorrente per il resto della serie, ma farlo diventare un assassino avrebbe rovinato effettivamente i toni dello show e l’arco narrativo del suo personaggio, che poi era uno dei principali motivi del successo della serie.

Insomma Michael è sicuramente fastidioso e ai limiti dell’indecenza molte volte, ma non è un uomo malvagio… perlomeno se non c’è Toby in giro. Renderlo un assassino probabilmente avrebbe rovinato tutto, mentre invece The Office è andato avanti per altre cinque esilaranti stagioni. Meglio così, no?

 

Aree Tematiche
Entertainment News Televisione Video on Demand
Tag
mercoledì 3 Giugno 2020 - 12:10
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd