Detriti spaziali, ce ne sono troppi: proposta una tassa per ridurli

39
12 mesi fa

Il problema dello smaltimento dei rifiuti non è solo terrestre, ma anche spaziale. Proprio così. Da anni ormai, infatti, si parla di detriti spaziali che “galleggiano tra gli astri” e ingombrano di fatto i cieli. Problema risolvibile con una vera e propria tassa, secondo alcuni ricercatori.

Dai satelliti inattivi a frammenti di razzi, la quantità di detriti in orbita attorno alla Terra è talmente importante che le agenzie spaziali sono costrette a rivedere le traiettorie dei loro satelliti per evitare collisioni indesiderate.

Con le infrastrutture orbitali che stanno diventando sempre più importanti e fondamentali per svolgere diverse operazioni – soprattutto nel mondo della comunicazione – gli scienziati avvertono che quello dei detriti nello spazio è un problema destinato a diventare sempre più grande.

E quindi il modo migliore per porre un freno a questo fenomeno potrebbe essere quello di far pagare una vera e propria tassa annuale alle agenzie spaziali per ogni satellite lanciato in orbita. La proposta è il risultato di un’analisi economica condotta dai ricercatori dell’Università del Colorado a Boulder.

Lo spazio è una risorsa comune, ma le aziende non tengono conto del costo che i loro satelliti impongono agli altri operatori quando decidono se lanciarlo o meno – ha affermato Matthew Burgess, coautore dello studio – Abbiamo bisogno di una politica che consenta agli operatori satellitari di considerare direttamente i costi che i loro lanci impongono ad altri operatori.

Le normative vigenti, oggi, non garantiscono agli operatori satellitari di vantare diritti di proprietà esclusivi su percorsi orbitali o recuperare i costi relativi alle collisioni a causa della spazzatura lasciata da altri. Questo incoraggia quindi le aziende a occupare il loro “piccolo” spicchio di spazio prima che diventi troppo affollato secondo lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of National Academy of Sciences.

Detriti spaziali: la Cina difende la sua gestione del Long March
Detriti spaziali: la Cina difende la sua gestione del Long March
Detriti spaziali: allerta in Italia per la caduta del booster cinese
Detriti spaziali: allerta in Italia per la caduta del booster cinese
Detriti del razzo cinese sono pronti a cadere senza preavviso
Detriti del razzo cinese sono pronti a cadere senza preavviso
Michael Collins, la vita dell'astronauta dell'Apollo 11 #InCinqueMinuti
Michael Collins, la vita dell'astronauta dell'Apollo 11 #InCinqueMinuti
Identificato il primo "uragano spaziale", si era abbattuto sul Polo Nord
Identificato il primo "uragano spaziale", si era abbattuto sul Polo Nord
Hotel orbitante nel 2027, il progetto di Orbital Assembly Corporation
Hotel orbitante nel 2027, il progetto di Orbital Assembly Corporation
Galassia degli orrori: i poster realizzati dalla NASA per Halloween
Galassia degli orrori: i poster realizzati dalla NASA per Halloween