Il solitario di Microsoft compie 30 anni

705
3 anni fa

Il solitario di Microsoft spegne 30 candeline, il gioco, inserito per la prima volta in Windows 3.0, è ancora giocato da oltre 35 milioni di persone ogni mese.

Il solitario di Microsoft debutta nel 1990, quando viene inserito in Windows 3.0. D’allora è sempre stato presente in ogni versione del sistema operativo di Microsoft. Ad oggi è stato tradotto in 65 diverse lingue ed è disponibile in 200 Paesi diversi.

Per il primo vero aggiornamento importante si è dovuto attendere il 2012, quando il gioco ha ricevuto l’integrazione con Xbox Live diventando un app stand-alone.

In una giornata media i giocatori di Solitario completano 100 milioni di mani diverse.

La prima versione è opera di Wes Cherry, che all’epoca era un semplice stagista di Microsoft. La pixel art era invece stata curata da Susan Kare, che ha disegnato l’iconico dorso delle carte. Kare aveva avuto anche un’altra idea: una “boss mode” che trasformava in poco tempo la schermata di gioco in un foglio di calcolo. Stranamente non è piaciuta molto ai suoi superiori, e la modalità per ingannare i datori di lavoro non è mai debuttata sulla versione ufficiale del gioco.

Un tuffo nel passato:

 

 

Microsoft Solitaire Collection disponibile su Android e iOS
Microsoft Solitaire Collection disponibile su Android e iOS
Google, il motore di ricerca tuttofare
Google, il motore di ricerca tuttofare
Windows 3.x in tutto il suo splendore
Windows 3.x in tutto il suo splendore
Windows, 30 anni al top
Windows, 30 anni al top
Solitaire.exe: il gioco di carte
Solitaire.exe: il gioco di carte
Solitaire.exe: il gioco di carte
Solitaire.exe: il gioco di carte

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.