Vongfong: il primo tifone del 2020 nell’emisfero settentrionale

14
11 mesi fa

Vongfong: la prima tempesta tropicale nell’Oceano Pacifico occidentale nel 2020. 140.000 gli sfollati, il tifone attraverserà fino a sabato da sud fino a nord l’arcipelago delle Filippine.

Si trova ora alle coordinate 13.3N 122.7E, ovvero circa 230km a sudest di Manila.

Il tifone Vongfong, denominato anche AmboPH dalle autorità locali, che sta transitando in queste ore sulle Filippine, declassato però a tempesta tropicale. Gli sfollati sono comunque un grande numero (140.000) e il tifone attraverserà da sud fino a nord l’arcipelago delle Filippine fino a domani. Intorno al suo centro soffiano venti le cui raffiche raggiungono i 160km/h, contro i 255km/h di ieri, giovedì.

Il Typhoon Vongfong è “atterrato” nella provincia di Samar orientale verso mezzogiorno, ora locale, del 14 maggio. Poco prima la tempesta faceva soffiare venti fino a 185 km/h, secondo il Centro di allarme comune Typhoon. L’amministrazione dei servizi atmosferici, geofisici e astronomici filippini ha valutato la tempesta come categoria 3 sulla loro scala del vento. La tempesta è esplosa in un’area già devastata nel 2013 dal tifone Haiyan.

 

 

Vongfong è la prima tempesta del 2020 nell’intero emisfero settentrionale.

Secondo Weather Underground e la Colorado State University, ci sono in media (1981-2010) almeno due tempeste nel Pacifico nord-occidentale entro il 12 maggio di ogni anno.

In realtà quest’anno, almeno per ora, la situazione è un po’ migliore essendo questa la prima, anche se in realtà non vi è alcun vero inizio o fine della stagione dei tifoni nel Pacifico occidentale, poiché le tempeste possono formarsi in qualsiasi momento dell’anno a causa dell’acqua persistentemente calda e della mancanza di aria secca che può sopprimere le tempeste.