Vento solare: si raffredda più lentamente di quanto ci si aspetti

15 Aprile 2020

vento solare

Costruita in laboratorio una macchina che simula come si diffonde il vento solare per conoscere le sue proprietà e approfondire il suo comportamento.

Il vento solare spostandosi all’interno dello Spazio interplanetario si raffredda molto più lentamente contrariamente alle leggi della fisica: quando raggiunge la Terra ha una quantità di energia dieci volte maggiore del previsto. Un team di ricercatori ha realizzato una macchina che permette di ricreare il vento solare per studiarne le caratteristiche: un nuovo approccio per studiarlo in laboratorio.

Conoscere le caratteristiche del vento solare è importante e sapere come si distribuisce nello Spazio è fondamentale per cercare di ridurre i danni alle tecnologie e i rischi per la salute degli astronauti in orbita, ad esempio.

I campi magnetici indotti dal vento solare possono vibrare così violentemente da essere la causa del riscaldamento della corona solare.

 

Il Sole è formato da plasma o meglio gas ionizzato il cui comportamento è assimilabile a quello di un fluido che trasporta elettroni, ioni e impurezze.

 

Gli elettroni, con carica negativa, sono più leggeri degli ioni, caricati positivamente, e si muovono più velocemente tendendo a fuggire via rendendo così il Sole carico positivamente. Questa positività, però, tende a trattenere gli elettroni nella loro fuga e quindi molti restano intrappolati.

Un team di ricercatori ha creato in laboratorio una macchina formata da specchi e un tubo a flusso magnetico divergente radialmente che permette di ricreare una situazione simile: elettroni intrappolati ed elettroni in fuga.

Osservando il comportamento degli elettroni si è visto che quelli che scorrono dalla corona solare calda perdono lentamente la loro energia a causa delle deboli collisioni. Concentrandosi sulla dinamica del plasma i ricercatori si sono resi conto che gli elettroni che si spostano verso la corona solare calda perdono lentamente la loro energia mantenendo i loro momenti magnetici.

Gli elettroni passano parte della loro energia a quelli intrappolati ma lo fanno lentamente e così succede al vento solare: gli elettroni trasportati dal vento mantengono la loro energia ed è per questo che giungono fino a noi a temperature elevate.

 

 

Aree Tematiche
Astronomia News Scienze
Tag
mercoledì 15 aprile 2020 - 23:05
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd