Space X, un team di hacker ha diffuso online alcuni documenti riservati

31
1 anno fa

Un team di hacker ha sferrato un attacco ransomware ai sistemi della Visser Precision, ottenendo diversi documenti estremamente riservati delle aziende Space X, Boeing e Lockheed-Martin.

Il piano dei criminali era quello di farsi pagare un cospicuo riscatto per non divulgare online i file riservati su cui avevano messo le mani. Sembra che la Visser Precision si sia rifiutata (o abbia mancato la deadline), provando la ritorsione degli hacker.

I sistemi dell’azienda sono stati colpiti da un ransomware della famiglia BitPaymer noto come DoppelPaymer.

La Visser Precision è uno dei principali fornitori di diverse aziende che collaborano attivamente con la difesa e l’aeronautica militare americana.

Le informazioni sottratte e diffuse online dagli hacker sono di natura estremamente riservata — tra questi anche diversi blueprint di equipaggiamenti militari attualmente usati dal Pentagono. C’erano anche diverse note spese e documenti legali con informazioni interne delle tre aziende. 

La maggior parte dei documenti trapelati online, scrive The Register, appartenevano o riguardavano direttamente le aziende Tesla, Lockheed Martin, Boeing e SpaceX.

 

Sull’argomento:

 

 

Ransomware, anche JBS ha infine pagato un riscatto
Ransomware, anche JBS ha infine pagato un riscatto
Ransomware, gli USA corrono ai ripari e li considerano una priorità
Ransomware, gli USA corrono ai ripari e li considerano una priorità
Ransomware, sono russi gli hacker che tengono in scacco la filiera di distribuzione della carne
Ransomware, sono russi gli hacker che tengono in scacco la filiera di distribuzione della carne
Hacker attaccano il più grande distributore di carne al mondo
Hacker attaccano il più grande distributore di carne al mondo
Ransomware: un altro attacco alle strutture sanitare, questa volta in Nuova Zelanda
Ransomware: un altro attacco alle strutture sanitare, questa volta in Nuova Zelanda
DarkSide: gli hacker sono scomparsi, ma senza pagare gli affiliati
DarkSide: gli hacker sono scomparsi, ma senza pagare gli affiliati
Tesla: hacker hanno violato le macchine via un drone
Tesla: hacker hanno violato le macchine via un drone