La NASA spiega come intende stabilire una presenza umana sulla Luna

Progetto Artemis

In che modo la NASA consentirà effettivamente alle persone di rimanere sulla Luna per missioni scientifiche a lungo termine? Un nuovo documento spiega alcuni punti chiave.

Il programma Artemis ha come obiettivo non solo di riportare l’uomo sulla Luna, ma anche di stabilire un insediamento per permettere ulteriori missioni scientifiche ed esplorative, comprese quelle verso Marte.

La NASA ha fornito alcuni dettagli in più sui suoi piani con un progetto di sostenibilità che ha pubblicato descrivendo alcuni componenti chiave dell’infrastruttura che intende mettere in atto sulla superficie lunare.

 

I piani della NASA si concentrano su tre elementi chiave che consentirebbero una presenza e un lavoro di ricerca per lunghi periodi sulla superficie della Luna.

 

Un Veicolo Terrestre Lunare (LTV) che verrebbe utilizzato dall’equipaggio per muoversi sulla Luna. Si tratta di un rover con pilota. Senza una cabina di pilotaggio chiusa, gli astronauti indosserebbero tute spaziali protettive per attività extra-veicolare (EVA) durante l’utilizzo per brevi viaggi.

Una piattaforma di mobilità abitabile, più grande di un rover e completamente chiusa e pressurizzata, consentendo viaggi più lunghi e più lontano dal sito di atterraggio del veicolo spaziale con una autonomia di 45 giorni.

Un habitat lunare di superficie che potrebbe fungere da “casa” per l’equipaggio durante i soggiorni più brevi in ​​superficie con la possibilità di ospitare fino a quattro astronauti contemporaneamente. La stazione spaziale Gateway in orbita attorno alla Luna sarebbe la base principale delle operazioni per l’equipaggio non impegnato nell’esplorazione attiva della superficie.

Come già accaduto con  Stazione Spaziale Internazionale, il Gateway sarà progettato per essere ampliato nel tempo, con nuovi moduli da collegare per aggiungere più capacità abitativa, oltre a ulteriore spazio di lavoro e sperimentazione.

La NASA ha inoltre ribadito l’importanza dei i rover robot come componenti chiave della sua infrastruttura lunare, da utilizzare sia per la raccolta di dati e materiali per la ricerca, sia per contribuire a aiutare lo sviluppo della produzione di risorse chiave per una presenza prolungata, come l’acqua, carburante e ossigeno.

 

 

Giovanni Scarrone

Giovanni Scarrone a.k.a. gscarrone

Nerd al 100%.
Aree Tematiche
Astronomia News Tecnologie
Tag
sabato 4 aprile 2020 - 0:40
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd