Xbox Series X, rubato il codice sorgente della GPU: “voglio 100 milioni di dollari”

353
2 anni fa

Un’hacker ha messo le mani su un intero database di AMD. Rubati i codici sorgenti di diverse GPU inedite, inclusa quella della Xbox Series X. Ora la criminale vuole 100 milioni di dollari.

L’hacker, scrive Engadget, è riuscita a mettere le mani su diversi file di test di numerose GPU — tra cui molte schede video non ancora arrivate sul mercato, e in alcuni casi nemmeno annunciate al pubblico. Tra il malloppo anche il codice sorgente che gestisce la parte grafica della Xbox Series X, la console next-gen di Microsoft.

I codici rubati riguardando Navi 10, Navi 21 e, appunto, la GPU Arden dell’Xbox.

Ora l’hacker minaccia di pubblicare tutto online, almeno che non riceva in tempi rapidi un pagamento da 100 milioni di dollari.

La hacker sostiene di aver trovato il materiale casualmente dopo aver hackerato un computer.

 

Sulla GPU della Xbox Series X: 

 

AMD sembra tranquilla, secondo il produttore nessuno dei codici in mano alla criminale rischia di compromettere la sicurezza o la competitività dei suoi prodotti. Insomma, non sembra che l’hacker diventerà milionaria. Nel frattempo è in corso un’indagine.

 

 

Microsoft sembra aver sostenuto l'attacco DDoS più grande di sempre
Microsoft sembra aver sostenuto l'attacco DDoS più grande di sempre
Attacco hacker contro la regione Lazio: sistemi informatici paralizzati, in tilt il portale di prenotazione vaccini
Attacco hacker contro la regione Lazio: sistemi informatici paralizzati, in tilt il portale di prenotazione vaccini
SolarWinds: gli hacker tornano all'attacco con del phishing
SolarWinds: gli hacker tornano all'attacco con del phishing
Hacking, l'FBI sta entrando nei server di Microsoft Exchange
Hacking, l'FBI sta entrando nei server di Microsoft Exchange
Cyberwars: Le guerre dell'informazione sono fuori controllo
Cyberwars: Le guerre dell'informazione sono fuori controllo
Hacker colpiscono le telecamere di sicurezza di molteplici aziende
Hacker colpiscono le telecamere di sicurezza di molteplici aziende
Melissa: il virus informatico che il 26 marzo 1999 paralizzò il mondo
Melissa: il virus informatico che il 26 marzo 1999 paralizzò il mondo