Hamilton PSR: un tributo al primo orologio digitale indossato anche da James Bond
INCAUTOACQUISTO

Hamilton PSR: un tributo al primo orologio digitale indossato anche da James Bond

2
23 Marzo

Hamilton PSR

Per celebrare i 50 anni del Pulsar P2, il primo orologio digitale, Hamilton annuncia il nuovo PSR: identico nel design ma tecnologicamente al passo coi tempi.

Reso famoso con un’apparizione al polso di James Bond – interpretato da Roger Moore –  nelle scene di apertura del film Live and Let Die, l’orologio digitale Pulsar P2 2900 è stato il primo orologio digitale al mondo dotato di un display numerico anziché di lancette che indicano un numero su un anello di valori statici.

 

Hamilton Pulsar P2 James Bond

 

Hamilton ha deciso di riproporre in versione aggiornata presentando il modello PSR, un tributo per il 50° anniversario del primo orologio digitale commercializzato, rilasciato con grande clamore nel 1972 ma annunciato per la prima volta nel 1970 (per questo motivo l’anniversario viene celebrato quest’anno).

Oltre ad essere stato il primo ad utilizzare un display LED, il Pulsar è stato anche uno dei primi orologi (dopo il Seiko Astron nel 1969) ad utilizzare un cristallo di quarzo per mantenere il tempo esatto. Il prezzo al lancio fu di 2.100 $, l’equivalente di 13.000 $ odierni.

Il successo del Pulsar P2 ebbe una vita relativamente breve: orologi LCD più economici e meno affamati di energia furono commercializzati poco dopo, con l’ulteriore vantaggio di essere in grado di visualizzare l’ora per tutto il tempo, invece di premere semplicemente un pulsante.

 

 

Il nuovo Hamilton PSR, pur riprendendo design e funzionalità dell’originale, introduce caratteristiche moderne: il display è un pannello ibrido LCD e OLED che mostra il tempo costantemente usando la parte LCD e illuminando il componente OLED più luminoso quando viene premuto il pulsante.

 

 

 

 

C’è anche un vetro zaffiro con rivestimento antiriflesso e un indice di resistenza all’acqua di 100 metri che erano entrambi assenti sul modello originale.

Il motivo per cui il nuovo orologio viene venduto con il marchio Hamilton, anziché quello originale Pulsar, è che la società non ha più i diritti: ha venduto il brand nel 1977 a Seiko.

L’Hamilton PSR è certamente più economico dell’originale ma molto più caro rispetto a un orologio digitale standard: 750 $ per il modello in acciaio inossidabile e 995 $ per la variante in oro PVD in edizione limitata (soli 1970 esemplari). Sarà disponibile da Maggio.

 

 

Giovanni Scarrone

Giovanni Scarrone a.k.a. gscarrone

Nerd al 100%.
Aree Tematiche
Incauto Acquisto News Tecnologie
Tag
lunedì 23 marzo 2020 - 21:00
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd