CORONAVIRUS

Amazon Prime Now sospeso a Milano e Torino: “troppe richieste”

101
24 Febbraio 2020

Amazon ha deciso di interrompere momentaneamente il suo servizio Prime Now nelle città di Milano e Torino. La scelta sarebbe stata causata dall’eccessiva domanda, in parte sicuramente dovuta al coronavirus.

Amazon Prime Now consente di acquistare un vasto numero di prodotti, soprattutto beni alimentari, e riceverli in giornata. Il servizio è stato sospeso a Milano e Torino per l’eccessiva domanda. Le fase orarie sono tutte chiuse. Probabilmente l’alta richiesta è dovuta alla psicosi da coronavirus.

Al momento le consegne su Prime Now a Milano stanno subendo dei rallentamenti a causa dell’elevata richiesta. Stiamo lavorando per rafforzare il servizio

ha spiegato l’azienda.

 

 

Oggi le consegne non sono disponibili. A causa della richiesta, le fasce di consegna sono temporaneamente chiuse

si legge invece accedendo alla pagina dedicata a Prime Now sul sito di Amazon.

L’azienda non ha spiegato per quanto tempo durerà la sospensione del servizio, ma è probabile che l’azienda stia lavorando per potenziare le consegne e assicurarne la continuità nei prossimi giorni.

Amazon Prime Now permette di fare la spesa da casa accedendo ad un vasto catalogo di prodotti di ogni categoria. Al momento dell’acquisto è possibile selezionare una fascia oraria indicativa di due ore, monitorando poi la consegna dal sito o dall’app. Da novembre del 2018 è disponibile anche a Roma, dopo il primo periodo di rodaggio a Milano, mentre a Torino il servizio è attivo solamente dallo scorso settembre.

 

 

Aree Tematiche
News Tecnologie
Tag
lunedì 24 febbraio 2020 - 19:50
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd