L’UE imporrà ai produttori di smartphone l’adozione di un cavo universale

1115
3 anni fa

Nonostante i comprensibili tentativi di lobbying da parte di Apple, il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che obbliga la Commissione ad imporre ai produttori di smartphone l’uso di un unico standard di cavo per la ricarica.

Con ogni probabilità tutti gli smartphone venduti in UE dovranno avere una porta di tipo USB-C, senza possibilità d’eccezione.  L’ovvia conseguenza è che Apple dovrà fare a meno del suo standard proprietario, l’amato-odiato Lightning.

Prima dell’entrata in vigore del nuovo obbligo dovrà passare un bel po’ di tempo, complice il tutto fuorché semplice iter legislativo dell’Unione Europea.

La proposta ha infatti ricevuto il voto favorevole del Parlamento (con solo 40 deputati contrari), ma ora la palla passa alla Commissione e, successivamente, al Consiglio. Il Parlamento Europeo non ha potere di iniziativa legislativa, può solo approvare risoluzioni per sollecitare la Commissione ad agire, come è stato fatto in questo caso.

Contando che era stato proprio il Vicepresidente della Commissione, Šefčovič, a chiedere l’approvazione di una misura di questo tipo all’inizio di gennaio è probabile che la richiesta del Parlamento sarà accettata.

L’idea è che l’esistenza di più standard per la ricarica porti ad un aumento degli sprechi, con i consumatori obbligati a buttare quelli vecchi ogni qualvolta che decidano di passare da un brand di smartphone all’altro. La contro-tesi di Apple era che semmai sarebbe proprio una misura di questo tipo ad aumentare gli sprechi, rendendo i vecchi cavi lightning poco più di un cimelio storico, visto che i consumatori che decideranno di acquistare i nuovi smartphone della Mela morsicata, da nuova eventuale norma rigorosamente con USB-C, non li potranno più riutilizzare anche sul nuovo modello.

Ora la Commissione ha entro luglio per decidere sulla proposta del Parlamento europeo. In realtà non è ancora detto che sarà l’USB-C a spuntarla, dato che la mozione dei parlamentari menziona alcune possibili soluzioni, tra cui lo stesso cavo Lightning (che quindi a quel punto verrebbe universalmente imposto a tutti i produttori, ipotesi assai improbabile), l’USB-C e il Micro-USB.

 

 

Gli iPhone presto avranno la porta USB-C, Apple dà la conferma
Gli iPhone presto avranno la porta USB-C, Apple dà la conferma
Connettore unico, il Consiglio dà l'ok definitivo: dal 2024 USB-C obbligatorio (non solo sugli smartphone)
Connettore unico, il Consiglio dà l'ok definitivo: dal 2024 USB-C obbligatorio (non solo sugli smartphone)
Connettore unico, il Parlamento Europeo approva a larghissima maggioranza: USB-C obbligatorio su tutti gli smartphone
Connettore unico, il Parlamento Europeo approva a larghissima maggioranza: USB-C obbligatorio su tutti gli smartphone
Plugable svela il dispositivo per misurare i dati di ricarica dei dispositivi
Plugable svela il dispositivo per misurare i dati di ricarica dei dispositivi
In arrivo un monopattino con porta di ricarica USB-C
In arrivo un monopattino con porta di ricarica USB-C
USB di tipo C obbligatorie dal 2024 in Europa, arriva l'ufficialità
USB di tipo C obbligatorie dal 2024 in Europa, arriva l'ufficialità
Caricatore unico, Apple non ci sta: "l'UE sta uccidendo l'innovazione, danno per consumatori"
Caricatore unico, Apple non ci sta: "l'UE sta uccidendo l'innovazione, danno per consumatori"

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.