Un iceberg gigante si è staccato dalla banchisa antartica, ma il riscaldamento globale questa volta non c’entra

53
3 anni fa

L’iceberg, ufficialmente chiamato D-28, ha un’estensione pari a 1636 chilometri quadrati, con dimensioni di circa 50 x 30 chilometri: si è separato dalla piattaforma di ghiaccio Amery.

Si è diviso dal pack definitivamente il 26 Settembre, in una zona che gli scienziati chiamavano “Loose Tooth“, che appariva infatti precaria e instabile.

Gli scienziati si aspettavano un evento simile in un periodo dal 2010 al 2015, ma non sapevano quando e dove esattamente sarebbe avvenuto.

Gli scienziati dell’Australian Antarctic Program, dello Scripps Institution of Oceanography e dell’Institute for Marine and Antarctic Studies hanno monitorato la zona del distacco per circa 20 anni, aspettandosi un evento simile in un periodo dal 2010 al 2015, ma non sapendo quando e dove esattamente sarebbe avvenuto.

Helen Amanda Fricker , dello Scripps Institution of Oceanography spiega:

Non pensiamo che questo evento sia legato al cambiamento climatico, esso è parte del normale ciclo di vita del pack, che manifesta eventi simili circa ogni 60-70 anni.

 

Nelle due foto qui sotto potete vedere l’evoluzione del distacco: a destra lo stato attuale, dove si può notare l’iceberg al centro della foto completamente separato.

La piattaforma di ghiaccio Amery è monitorata dai ricercatori sin dagli anni ’60 ed attualmente è disseminata di strumenti necessari alla misurazione dei flussi di scioglimento del ghiaccio, sia di quello in superficie, sia di quello a contatto con l’oceano.

 

 

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.