Collaborazione tra CERN e ESA per studiare situazioni in ambienti difficili

26
2 anni fa

Il CERN e l’Agenzia spaziale europea (ESA) hanno firmato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di tecnologie in ambienti con radiazioni particolarmente difficili e intense. Queste situazioni sono presenti nella fisica delle particelle e nello spazio: l’obiettivo è esplorare l’infinitamente grande dell’Universo attraverso lo studio dell’infinitamente piccolo della fisica.

La cooperazione delle due istituzioni nasce dalla possibilità di studiare ambienti infinitamente piccoli come la fisica delle particelle per applicare le conoscenze ottenute nella costruzione di strumenti adatti all’esplorazione dello Spazio infinitamente grande.

Il CERN e l’ESA sono due esempi che attestano l’approccio della collaborazione europea a beneficio globale.

Ha affermato Mauro D’Ambrogio sottosegretario di Stato all’istruzione, alla ricerca e all’innovazione della Svizzera.

Con l’intento di unire gli sforzi per realizzare tecnologie adeguate all’esame di ambienti difficili come nello spazio, CERN ed ESA hanno siglato un accordo di collaborazione a fine marzo scorso.

Le due istituzioni si completano a vicenda e rappresentano uno sforzo comune per ottenere benefici condivisibili e alla portata di tutti.

La collaborazione prevede lo sviluppo di diversi progetti che permetteranno di realizzare strumenti in grado di sostenere alti livelli di radiazioni.

 

I progetti identificati ad alta priorità riguardano i test per valutare la resistenza dei componenti e dei moduli sottoposti a radiazioni di elettroni ad alta energia e alla penetrazione di ioni pesanti, e la progettazione di rilevatori di radiazioni, monitor, dosimetri e strumenti di simulazione per gli effetti delle radiazioni.

Come indicato nel comunicato risultati importanti sono già stati ottenuti, compresi quelli raggiunti con i test con elettroni ad alta energia per la missione Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) eseguita presso la struttura CLEAR / VESPER del CERN.

Questa unione rafforza l’industria europea e fa da apripista ai futuri sviluppi della scienza e della tecnologia per il raggiungimento di progressi importanti.

 

Il Big Bang
Il Big Bang
Sparks!: il primo forum multidisciplinare sull'innovazione organizzato dal CERN
Sparks!: il primo forum multidisciplinare sull'innovazione organizzato dal CERN
Solar Orbiter: le prime immagini del Sole a distanza molto ravvicinata
Solar Orbiter: le prime immagini del Sole a distanza molto ravvicinata
Cern: presentato il progetto per il nuovo super acceleratore
Cern: presentato il progetto per il nuovo super acceleratore
Linea verde su Marte: una scoperta utile per la calibrazione degli spettri delle lunghezze d'onda
Linea verde su Marte: una scoperta utile per la calibrazione degli spettri delle lunghezze d'onda
Antideutoni: le particelle di antimateria per riconoscere la materia oscura
Antideutoni: le particelle di antimateria per riconoscere la materia oscura
Il suono della tempesta solare quando incontra il campo magnetico terrestre
Il suono della tempesta solare quando incontra il campo magnetico terrestre