Quei bravi ragazzi, quasi trent’anni e non sentirli

320
4 anni fa

Nel 2020 il gangster movie di Martin Scorsese compirà trent’anni, ma si tratta di un film senza tempo.

“Che io mi ricordi, ho sempre sognato di fare il gangster” in questa semplice frase viene racchiuso il senso più profondo della pellicola di Martin Scorsese. Basato sul romanzo Il delitto paga bene di Nicholas Pileggi, un reporter che ha raccolto le dichiarazioni di un criminale pentito, Quei bravi ragazzi (titolo originale Goodfellas) potrebbe sembrare un film sulla malavita come tanti altri, ma così non è.

Non racconta storie di criminali, come fecero Il Padrino e Scarface, ma di cosa vuol dire essere criminali, del mondo in cui vivono e delle regole sulle quali esso è basato, sui suoi usi e costumi, tanto che potrebbe essere quasi definito un documentario sulla malavita.

Quei bravi ragazzi  (titolo originale Goodfellas) potrebbe sembrare un film sulla malavita come tanti altri, ma così non è.

Protagonista principale del film è Henry Hill (Ray Liotta) un ragazzo metà italiano e metà irlandese cresciuto a Brownsville, quartiere malfamato di Brooklyn, affascinato dalla figura del gangster tanto da entrare fin da giovanissimo nelle fila dell’organizzazione che vedeva a capo Paul Cicero (Paul Sorvino), fino a diventarne un membro di spicco insieme agli amici Jimmy Conway (Robert De Niro) e Tommy De Vito (Joe Pesci).

 

 

La celebre scena della cena

 

Non era certo intenzione di Scorsese raccontare la storia dell’ascesa di un gangster da semplice “faccendiere” fino al ruolo di boss, quanto quella di un ragazzo qualunque che vedeva nella criminalità uno stile di vita, un gruppo che lo facesse sentire parte di qualcosa di più grande.

 

Joe Pesci vinse l’Oscar per l’interpretazione di Tommy De Vito

 

Ciò che il regista italo americano voleva fare era raccontare cosa significasse vivere quel tipo di vita da “bravo ragazzo”, con i vantaggi e i pericoli che comportava.

Ciò che il regista italo americano voleva fare era raccontare cosa significasse vivere quel tipo di vita da “bravo ragazzo”, con i vantaggi e i pericoli che comportava, rimarcando molto spesso termini come “rispetto” e “famiglia”, concentrandosi sui dettagli di quel mondo: il modo di vestire, il cibo, il ruolo delle mogli e la gestione degli affari.

Proprio la trasgressione di una delle regole fondamentali di quel mondo – non eliminare un affiliato senza aver ottenuto l’autorizzazione – è l’evento scatenante che dà il via al declino dei tre personaggi principali, con Henry che per salvarsi sceglierà di diventare un testimone protetto, con una condanna per lui peggiore della morte: condurre una vita da persona qualunque, rinunciando al lusso e ai privilegi che gli garantiva la vita criminale.

 

Jimmy Conway (Robert De Niro) e Henry Hill (Ray Liotta)

 

Vincitore di numerosi premi fra i quali spicca l’Oscar per il miglior attore non protagonista a Joe Pesci, Quei bravi ragazzi ha di fatto ridefinito un genere, quello del gangster movie, ispirando David Chase per la celebre serie televisiva I Soprano, in cui hanno recitato, nel corso di sei stagioni, ben ventisette attori che hanno preso parte alla pellicola di Scorsese. Il film fa parte di un’ideale trilogia a tema criminale, iniziata con Mean Streets (1973) e conclusa con Casinò (1995).

Mamma, ho perso l'Aereo: Joe Pesci non rifiuterebbe un sequel, ma crede che sia un successo non replicabile
Mamma, ho perso l'Aereo: Joe Pesci non rifiuterebbe un sequel, ma crede che sia un successo non replicabile
Gangs of New York diventa una serie TV e Martin Scorsese se la prende con gli incassi a tutti i costi
Gangs of New York diventa una serie TV e Martin Scorsese se la prende con gli incassi a tutti i costi
Pearl: Martin Scorsese dopo aver visto il film ha avuto problemi a dormire
Pearl: Martin Scorsese dopo aver visto il film ha avuto problemi a dormire
The Wager: Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio collaborano per un nuovo film
The Wager: Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio collaborano per un nuovo film
Killers Of The Flower Moon: il film uscirà nel 2023
Killers Of The Flower Moon: il film uscirà nel 2023
Paul Sorvino: morto l'interprete di Quei Bravi Ragazzi
Paul Sorvino: morto l'interprete di Quei Bravi Ragazzi
Morbius: Martin Scorsese elogia il film, ma è un fake
Morbius: Martin Scorsese elogia il film, ma è un fake