The X-Files: Cold Cases

3 anni fa

6 minuti

The X-Files

Chi era davanti alla TV il 29 Giugno del 1994, incuriosito da quella nuova serie chiamata The X-Files, difficilmente avrà dimenticato l’emozione di quella prima visione. 23 anni dopo, dieci stagioni dopo – in attesa dell’undicesima – Dana Scully e Mulder Fox tornano in una nuova veste: in versione audiolibro. Audible presenta X-Files: Cold Cases, una storia originale di 4 ore e 5 minuti che riesce immediatamente a trasportare in quel bellissimo universo fantascientifico, agghiacciante e suggestivo.

In questo momento sto cercando di capire come descrivere la sigla di The X-Files per potervi dire: ricordate le sensazioni provate quando sentivate quel motivetto echeggiare per casa? Bene, la canzone non so ancora come riprodurla a parole, ma almeno la domanda ve l’ho fatta.

Eccitazione misto a brividi. Quell’inquietudine che continua a sussurrarti all’orecchio di non andare, sovrastata dalla curiosità di scoprire con cosa, in un nuovo episodio, gli agenti Dana Scully e Fox Mulder avranno a che fare.

All’epoca ero davvero una bimbetta e pur di vedere The X-Files ero diventata un “abile gatto”, pronta a sgattaiolare nel cuore della notte (le 23:00 di sera) in soggiorno, avvolta dal mio fidato mantello (un plaide) e ben consapevole che forse quella notte, dopo quella visione, avrei preso sonno con estrema difficoltà.

Ma come Gabriella, direte voi, avevi paura di The X-Files? No, ma sì! La capacità di suggestionare, di entrare nella mente, di tirare lo spettatore all’interno della narrazione assieme ai due agenti creati da Chris Carter, è qualcosa che ancora oggi non tutte le serie televisive riescono a fare. Eh si, nello scoprire quel mondo, nel credere in quel mondo, quell’universo troppo vasto e ricolmo di segreti, mi atterriva!

Le sensazioni provate quelle notti di oltre vent’anni fa sono ritornate tutte in un colpo grazie ad Audible e i suoi The X-Files: Cold Cases.

Lo ammetto: ero molto scettica. Solo adesso sto entrando in confidenza con il termine audiolibro – per quanto da bambina fossi una grande amante del cantastorie – eppure pensare a una storia di una serie televisiva raccontata in versione audio… No, era una cosa di cui non me ne capacitavo!

Eppure The X-Files: Cold Cases riesce a riportare in vita tutte le sensazioni, le suggestioni e i brividi della tanto amata serie cult anni ’90 di Carter.

Non parliamo di un solo racconto, di un qualcosa unicamente letto

Non parliamo di un solo racconto, di un qualcosa unicamente letto. Ogni capitolo viene accuratamente recitato, come se gli attori si trovassero nella sala di doppiaggio per la serie televisiva.

C’è un incredibile lavoro del sound design che permette di sentire dai più semplici suoni delle strada agli inquietanti rumori di qualche creatura misteriosa e rivoltante, passando per il fumo della sigaretta dell’uomo che fuma e, soprattutto, restituendo l’emozione delle battutine ironiche dell’agente Mulder e l’infinita pazienza dell’agente Scully, proprio come se fossero davanti ai nostri occhi. Tutto questo grazie anche all’uso dei doppiatori originali, ovvero Gianni Bersanetti e Claudia Catani, che fin dal ’94 sono stati dei perfetti interpreti per gli attori originali David Duchovny e Gillian Anderson.

Assieme a loro tornano tanti altri iconici personaggi, come per esempio il burbero Walter Skinner o i Pistoleri Solitari, i tre grandi amanti della cospirazione che, tra i loro hobby, c’è quello di far innervosire in tutto e per tutto il povero Mulder.

In tutto questo non mancherà nemmeno la percezione del legame affettivo tra Dana e Fox, da anni ormai sul filo del rasoio quando si tratta di sentimenti (trascinando con loro anche i poveri fan).

Dai piccoli gesti che si possono cogliere anche attraverso l’audio a quelle parole apparentemente insignificanti, come un semplice “Mulder”, ma che sappiamo benissimo avere un significato molto profondo.

L’incredibile forza di The X-Files: Cold Cases è che permette all’ascoltatore di immaginare tutto quello che sta accadendo, trasportandolo nella stessa spirale di mistero di cui era capace la serie televisiva.

X-Files

Coinvolti totalmente all’interno di un racconto intrigante, che incuriosisce dall’inizio alla fine, senza correre il rischio di farci distrarre o annoiare.

Il racconto, diviso in cinque episodi a loro volta divisi in sette capitoli per la durata complessiva di 4 ore e 5 minuti, è tratto dalla graphic novel di Joe Harris – con la direzione creativa di Chris Carter – ed è ambientato dopo gli eventi di X-Files: Voglio Crederci, aggiungendo ulteriori dettagli che hanno portato i due agenti fuori dalla reclusione prima del revival della miniserie del 2016.

Infatti, gli Agenti Dana Scully e Fox Mulder sono costretti ad abbandonare la loro copertura, vivendo da tempo come i coniugi Black e trascorrendo quella vita tranquilla che mai hanno potuto avere, a causa di una violazione del database presso la sede dell’FBI.

Chiunque sia entrato in quel database aveva solo un unico obiettivo: accedere a tutti i Cold Cases, ovvero i casi irrisolti, del dipartimento segreto degli X-Files. 

E, ovviamente, sia Dana che Fox sono coinvolti in prima persona, anche perché nelle brame di questi “nuovi cospiratori” c’è William, il figlio segreto dei due agenti. Costretti a uscire dall’anonimato i due agenti non dovranno solo fronteggiare i vecchi nemici di un tempo, tornando faccia a faccia con un passato che pensavo ormai di aver accantonato, ma si ritroveranno di fronte a nuove misteriose creature.

Tutto questo si può rivivere in prima persona, stando a casa sul divano o mentre siamo al bar a prenderci un caffè, in strada o sull’autobus… Certo, se avete un grado di suggestione molto alto, e non volete spaventare la gente intorno a voi lanciando urla improvvise, vi conviene evitare il bus (parlo per esperienza personale).

Esattamente come la serie televisiva, anche The X-Files: Cold Cases riesce a mischiare la linea di trama verticale (ben più preponderante all’interno delle dieci stagioni) con quella orizzontale che tiene collegato a sé tutto il materiale esistente su X-Files.

Se siete degli amanti di The X-Files, degli eterni nostalgici e affamati di nuove incredibili storie che vi facciano tornare a guardare il cielo stellato con preoccupazione e dubbio, The X-Files: Cold Cases saprà placare e soddisfare la vostra fame, perlomeno in attesa della nuovissima stagione in arrivo dal 3 Gennaio 2018.

The X-Files: Cold Cases è disponibile sul catalogo AUDIBLE dal 27 Novembre, sia in formato singolo per ognuno dei 5 episodi, o nella versione Serie Completa formata da 7 capitolo per un totale di 4 ore e 5 minuti. La nuova serie audio si aggiunge agli oltre 13.000 titoli e 80.000 ore di ascolto già accessibili dal catalogo Audible, in ogni momento e luogo, anche senza connessione.

Un’offerta premium e completamente digitale, proposta agli utenti attraverso una conveniente offerta “all you can listen”: un pratico abbonamento mensile al costo di 9.99€, gratis per i primi 30 giorni di utilizzo e con accesso illimitato all’intero catalogo.

Gli utenti che si abbonano possono scaricare e godere, dai propri smartphone, pc e tablet, di migliaia di contenuti audio disponibili a qualsiasi ora, in qualsiasi luogo, senza interruzioni pubblicitarie, scaricabili e ascoltabili anche quando non si è connessi a Internet.

Il catalogo italiano di Audible conta oggi circa 3.200 titoli in lingua italiana e circa 10.000 titoli in altre lingue, per quasi 80.000 ore di ascolto. Audiobook, ma non solo: serie audio, audiocast, programmi radio, guide turistiche e appunto lezioni di lingua, oltre a numerosi contenuti originali prodotti con il brand Audible Original.

 

David Duchovny realizzerà una serie TV sul suo ultimo romanzo
David Duchovny realizzerà una serie TV sul suo ultimo romanzo
The First Lady: Gillian Anderson sarà Eleanor Roosevelt nella serie TV
The First Lady: Gillian Anderson sarà Eleanor Roosevelt nella serie TV
Disney+ febbraio 2021: ecco i primi titoli presenti su Star
Disney+ febbraio 2021: ecco i primi titoli presenti su Star
The Crown 4, la recensione: God save the Queen!
The Crown 4, la recensione: God save the Queen!
Olivia Colman su The Crown 4: “È stato come se il fantasma della Thatcher fosse con noi!”
Olivia Colman su The Crown 4: “È stato come se il fantasma della Thatcher fosse con noi!”
The Crown 4: ecco il teaser trailer con la Principessa Diana
The Crown 4: ecco il teaser trailer con la Principessa Diana
Sex Education: la seconda stagione arriverà il 17 gennaio
Sex Education: la seconda stagione arriverà il 17 gennaio