La daga spaziale di Tutankhamon

2
7 Giugno 2016

King-Tuts-Meteorite-Dagger

Il faraone Tutankhamon è diventato celebre a causa di una presunta maledizione, rivelatasi totalmente infondata. Nonostante siano passati quasi 100 anni dalla scoperta della tomba, gli oggetti al suo interno continuano a rivelarci sorprese. Una daga in particolare ha stuzzicato le fantasie di molti.

Una notizia recente, pubblicata su Meteoritics and Planetary Sciences, rivela che la daga in ferro trovata nella tomba di Tutankhamon è fatta di ferro spaziale. Tutankhamon, nonostante la sua notorietà attuale, non è stato un grandissimo faraone. Morto tra i 18 e i 20 anni, dopo solo 10 anni di regno, non è sicuramente il faraone che si è distinto per il maggior numero di riforme, anche perché non ne ha avuto il tempo.

 

Tutankhamon morì giovanissimo dopo soli 10 anni di regno

La scoperta della tomba ancora integra e i numerosi manufatti lo hanno comunque fissato in maniera indelebile nella storia molto di più che altri ben più longevi faraoni. Tutankhamon regnò durante l’età del bronzo, periodo nel quale i manufatti in ferro erano pochi e piuttosto rari. Il metallo, oggi considerato comune, era piuttosto raro ed utilizzato solo per oggetti di alto valore.

Il ritrovamento di una daga in ferro non è quindi sorprendente, ma lo è la provenienza, infatti le analisi hanno rivelato che

si tratta di ferro meteoritico.

 

 

 

Diversi manufatti del passato hanno rivelato l’attenzione dei popoli antichi agli oggetti che cadevano dal cielo e gli egizi non facevano eccezione. Considerata la difficoltà nell’estrazione del ferro, i meteoriti costituivano un’ottima fonte ed inoltre assumevano una valenza simbolica.

Il più antico manufatto egizio in ferro risale a oltre 5000 anni fa, il materiale proveniva da un meteorite

Il più antico manufatto egizio in ferro risale al 3200 a.C. ed anche in quel caso era fatto di ferro meteoritico. Lo studio di questi oggetti suggerisce che l’uso del ferro durante l’età del bronzo era prettamente di origine meteoritica. Le iscrizioni egizie rivelano anche ci fosse una chiara consapevolezza della provenienza del metallo. A partire dal 13 secolo a.C. iniziò a comparire il geroglifico tradotto come ferro del cielo indice che, a differenza di tutti gli altri popoli del Mediterraneo, gli Egizi erano ben consapevoli della provenienza del prezioso metallo.

 

In un certo senso gli Egizi hanno davvero avuto un aiuto extraterrestre, ma non certo con navi aliene e omini verdi.

 

 

Aree Tematiche
Chimica News Scienze
Tag
martedì 7 giugno 2016 - 10:39
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd