La colonna sonora di Breaking Bad e la sua chimica

6 anni fa

4 minuti

BREAKING BAD

La colonna sonora di ogni serie è un pilastro portante e come qualsiasi media, necessita di una certa alchimia, di un miscuglio sapiente di ingredienti che crea una reazione chimica ed emotiva particolare, che descriva esattamente quello che si sta per vedere. In questo caso particolare parliamo di Breaking Bad, serie famosissima che svela dei retroscena sulla creazione della colonna sonora veramente interessanti.

È stato recentemente scoperto che le serie Tv creano una sorta di dipendenza molto simile a quella data dalle droghe.

Ogni dipendente da serie TV mi capirà, quando finisce una serie a cui sei particolarmente affezionato, è come se ti mancasse un pezzo di una routine che ormai ti vedeva felicemente coinvolto nel vegetare davanti ad uno schermo con crescente attesa ad ogni nuova puntata.

Nel caso di Breaking Bad la situazione si presenta molto più pesante, quasi come essere in astinenza da quel cristallo blu che trascina tutti i componenti della serie, in eventi che tutti noi ricordiamo e che hanno contribuito a nominare questa serie come una delle migliori di sempre.

 

 

La sigla, nelle serie TV, gioca un ruolo cruciale, in pochi secondi costruisce la percezione di un’intero telefilm.

Il momento in cui inizia la puntata, quando ti sistemi comodo sul tuo divano o poltrona, sai che per 45 minuti da quel momento tu sei fuori, quei due minuti di introduzione ti fanno entrare in uno stato di trance.

La sigla di apertura è una delle cose piu’ importanti che una serie possa avere, deve racchiudere tutti gli aspetti di una quantità smisurata di eventi che coinvolgono i protagonisti, ma deve avvenire tutto in pochi secondi, come se doveste assaporare uno shot di buon wiskey e percepirne tutte le note aromatiche come un sommelier di alto livello in pochi secondi.

 

Dave Porter, il compositore che ha seguito BB, ha scritto musiche perfino per la band di Jesse, oltre alle suonerie dei cellulari in tutta la serie

Senza colonna sonora e sigla, qualsiasi telefilm, perderà il 70% di tutta la magia e il coinvolgimento che normalmente possiede. In Breaking Bad, questo è tangibile fin dall’inizio. Il maniacale e magistrale regista Vince Gilligan, ha pensato ad ogni subatomico particolare, facendo comporre a Dave Porter perfino le suonerie dei cellulari e smartphone presenti in tutte le puntate della serie.

 

 

Venendo ad un’aspetto leggermente più tecnico, la sigla iniziale è composta da una chitarra con slide (tipico del blues) e tamburi di varie dimensioni accompagnati da vari altri strumenti secondari. Tutto questo miscuglio è stato creato perchè Porter voleva richiamare la natura schizofrenica di Walter White, ma in contemporanea il set, il New Mexico.

Distillare emozioni e sensazioni che richiamino un paese e addirittura cambiamenti caratteriali di un personaggio non è una cosa raggiungibile da tutti, infatti richiede molta esperienza e molta sensibilità. Per riprodurla, in realtà, lo sforzo è molto minore. Per chi come me è anche interessato al lato ludico della cosa, ho trovato un tutorial di chitarra per imparare a suonare la sigla. La difficoltà è molto bassa, quindi adatta anche ai meno esperti, l’unica cosa un pò tecnica di cui tenere conto è il fatto che la chitarra va accordata in Drop D, cioè la sesta corda va accordata in Re e non in MI.

Quindi, anche se con una chitarra in mano vi sentite come la prima volta che entrate in un server online di un FPS, indifesi e impacciati… Non preoccupatevi! nel tempo di una puntata sarete l’ Heisenberg della chitarra , potrete mettervi il cappello, gli occhiali e al suono della vostra chitarra dire “I am the one who knocks”.

 

 

Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
WandaVision, la spiegazione del finale
WandaVision, la spiegazione del finale
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Raya e l'Ultimo Drago, la recensione
Raya e l'Ultimo Drago, la recensione
Bob Odenkirk vuole un lieto fine per la sesta stagione di Better Call Saul
Bob Odenkirk vuole un lieto fine per la sesta stagione di Better Call Saul